Me

Attacco alla conduttrice Cristina Parodi, l’assessora toscana: “Sei piena di corna”

Dopo le dichiarazioni della conduttrice su Salvini arriva l'attacco di un’assessora di Fratelli d’Italia. Nella polemica è intervenuta anche Selvaggia Lucarelli

Immagine di copertina
Cristina Parodi e il marito Giorgio Gori

Dopo le ultime dichiarazioni di Cristina Parodi sul vicepremier Matteo Salvini spunta una nuova polemica. La giornalista era infatti finita nel mirino della Lega che aveva chiesto il suo licenziamento alla Rai. Tutto questo perché la Parodi aveva affermato che l’ascesa del ministro dell’Interno era dovuta “all’arrabbiatura della gente”, ma anche “alla paura” e “all’ignoranza”.

L’assessora Sonia Avolio (Fratelli d’Italia) della giunta di Cascina, in provincia di Pisa, ha preso le difese del leader della Lega pubblicando un video in cui insulta la giornalista. “Non sa più quante corna ha”, dice la Avolio nel video. (Qui sotto)

“Volevo mandare un messaggio a Cristina Parodi che dice che quelli che votano per Salvini sono degli ignoranti ignorante vuol dire senza conoscenza, e lei che non sa più quante corna ha, ma glielo dico io: una per ogni lentiggine, se riesce a contarsele. E che vada con sua sorella, insieme ai tegami”, ha affermato l’assessore di Fratelli d’Italia.

Nei commenti sotto al video della Avolio si legge l’opinione degli utenti di Facebook. Una scrive: “Mi vergogno profondamente del fatto che una donna possa usare verso un’altra donna parole tanto becere e volgare. Ignorante è chi ignora, non conosce, ecco signora Lei ignora proprio cosa siano l’educazione e il rispetto”. “Che vergogna, che becerume”, ha aggiunto un altro.

Nella polemica è intervenuta anche l’opinionista Selvaggia Lucarelli che ha condiviso il video su Twitter commentando: “Sembra uno scherzo ma non lo è. Mi auguro abbia un buon avvocato”.

La Lega contro Cristina Parodi

Cristina Parodi secondo i parlamentari della Lega avrebbe offeso Matteo Salvini e di conseguenza ha chiesto alla Rai il licenziamento della giornalista. cristina parodi salvini rai

A scatenare l’ira del Carroccio le parole della Parodi ai microfoni de “I Lunatici”, trasmissione di Radio2, dove la popolare conduttrice aveva dichiarato: “A cosa è dovuta l’ascesa di Salvini? All’arrabbiatura della gente. Al fatto che probabilmente non è stato fatto molto di quello che era stato promesso di fare. È dovuta alla paura e anche all’ignoranza. Mi fa paura vedere un tipo di politica che è basata sulla divisione, sui muri da erigere. Vorrei una politica che andasse incontro ai più deboli e che aiutasse questo Paese a risollevarsi in un altro modo”.

La Parodi in radio ha commentato anche la ricandidatura alle elezioni amministrative del 2019 del marito sindaco del Pd di Bergamo Giorgio Gori: “Ne abbiamo discusso, ma non credo che sia stata una decisione travagliata. È stato faticoso ma anche bellissimo fare questi cinque anni da sindaco di Bergamo. Giorgio è una persona onesta, sincera, da bergamasco ha iniziato una cosa e ora vuole finirla”.

In seguito a queste dichiarazioni la Lega ha chiesto l’allontanamento immediato della conduttrice dalla Rai: “Se Cristina Parodi è tanto delusa dalla politica italiana scenda in campo. E, soprattutto, lasci la Rai. Con le sue offese a Matteo Salvini, la giornalista e moglie del sindaco Pd di Bergamo, Giorgio Gori, ha utilizzato il servizio pubblico radio-televisivo a proprio uso e consumo, facendo propaganda politica alla faccia del pluralismo informativo e ciò non è giustificabile. Ne chiederemo conto in Commissione di Vigilanza Rai con un’interrogazione”.

Campagna regione lazio