Me
Picchia la moglie all’ottavo mese di gravidanza perché aspetta una femmina e non un maschio
Condividi su:
picchia moglie incinta bambina
Credit: Getty Images

Picchia la moglie all’ottavo mese di gravidanza perché aspetta una femmina e non un maschio

Arrestato un cittadino indiano di 30 anni, che per anni ha vessato la moglie

12 Ott. 2018
picchia moglie incinta bambina
Credit: Getty Images

Aggredisce la moglie all’ottavo mese di gravidanza perché scopre che diventerà padre di una bambina. È successo a Roma, dove l’uomo di cittadinanza indiana è statao arrestato dopo le violente aggressioni perpetrate ai danni della moglie, sua concittadina.

Non era la prima volta che la donna, sposata da qualche anno con l’uomo, subiva maltrattamenti fisici, morali e psicologici dal marito. Tutto era iniziato prima di arrivare in Italia, quando la coppia viveva ancora in India, ma lì alla donna era stato stato impedito di denunciare il marito.

Invece, dopo l’ultima aggressione, ha deciso di parlare, di denunciare il marito. Quel silenzio avrebbe potuto uccidere lei e soprattutto la piccola che porta in grembo.

Era arrivata in Italia per ricongiungersi con il marito. Quando però l’uomo ha scoperto che avrebbero avuto una bambina e non di un bambino è andato su tutte le furie, è diventato ancora più violento con lei, aggredendola in più occasioni.

Ma non solo, perché il marito costringeva la donna a restare chiusa in casa. Lui intratteneva una relazione fuori dal matrimonio con un’altra donna, mentre non mancava di continuare ad attaccare, offendere e picchiare la moglie.

L’aggressione più grave, però, è stata quella di agosto, quando all’ottavo mese, l’uomo ha picchiato la donna così ferocemente da farla cadere a terra. Nell’urto, la moglie ha sbattuto la pancia e ha avvertito forti dolori all’addome. Lui, noncurante dello stato in cui versava la donna, se ne è andato sbattendo la porta.

La donna ha chiamato il cugino, che l’ha accompagnata d’urgenza in ospedale, dove i medici, dopo averla visitata e curata, si sono rivolti alle forze dell’ordine. Gli inquirenti hanno raccolto le dichiarazioni della donna, i referti, recuperando anche le precedenti denunce presentate contro il marito.

L’autorità giudiziaria ha esaminato gli atti disponendo poi l’arresto e la carcerazione dell’uomo, 30 anni, di nazionalità indiana. La polizia si è presentata a casa della coppia e ha arrestato il marito della donna.

 

Leggi anche: La violenza sulle donne in Italia e nel mondo

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus