Me
Jacobin: arriva in Italia la rivista anti-sovranista e giacobina che piace a Bernie Sanders
Condividi su:
jacobin italia
Nella foto Bernie Sanders

Jacobin: arriva in Italia la rivista anti-sovranista e giacobina che piace a Bernie Sanders

Il punto di riferimento culturale dei socialisti democrat negli Stati Uniti indossa il tricolore. "Vivere in un Paese senza sinistra" il primo numero della rivista, che vuole essere "non accademica, schierata ma non propagandistica"

30 Set. 2018
jacobin italia
Nella foto Bernie Sanders

Il simbolo è la silhouette di un giacobino nero: un uomo africano con un berretto frigio che rimanda alla rivoluzione degli schiavi di Haiti contro i francesi, quando i ribelli si impadronirono dei simboli degli oppressori per combattere contro di loro. Jacobin, la rivista diventata negli Stati Uniti un punto di riferimento culturale e politico per i sandersiani, arriva anche in Italia.

Martedì 2 ottobre aprirà il sito dell’edizione tricolore e a novembre uscirà il primo numero cartaceo della rivista. Il titolo, Vivere in un Paese senza sinistra, è già un manifesto programmatico.

“L’obiettivo è quello di affermare uno stile radicale ma non minoritario, plurale, che cerchi di parlare a una platea vasta, che ha come uniche discriminanti il rifiuto del sovranismo di matrice nazionalista e del riformismo liberale”, ha detto, intervistato da Repubblica, Giulio Calella delle edizioni Alegre.

“Sappiamo che nel paese senza sinistra ci sono comunque conflitti sociali e lotte. Alcune di queste non riescono ad emergere, altre ottengono risultati ugualmente, altre ancora portano avanti idee e aspirazioni che paradossalmente sono state pervertite e tradotte in politica dalle forze che oggi animano il governo più a destra della storia della Repubblica”, ha aggiunto.

La sede della redazione sarà sulla circonvallazione casilina, a Roma, e non ci sarà un direttore responsabile unico ma collettivo: al progetto lavoreranno 25 persone come lo scrittore Wu Ming1, Alberto Prunetti e ricercatori come Marta Fana e Francesca Coin. I redattori si definiscono “citoyens”, altro riferimento al passato rivoluzionario.

Negli Stati Uniti Jacobin è diretta da Bhaskar Sunkara, il 29enne del Bronx che è vicepresidente del Dsa, socialisti democratici e filo-marxisti, il partito in cui milita anche Alexandria Ocasio-Cortez, il nuovo volto della sinistra erede di Bernie Sanders, il democrat di sinistra sconfitto alle primarie da Hillary Clinton.

“Una rivista non accademica ma piena di contenuti, schierata ma non propagandistica. In Italia, il paese in cui la sinistra è all’anno zero, pensiamo si possa imparare molto da questo caso editoriale internazionale”, ha sottolineato Calella.

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus