Me
Beyoncé vuole girare un video al Colosseo. Ma prima viene Alberto Angela
Condividi su:
Beyoncé colosseo
La popolarissima cantante americana Beyoncé

Beyoncé vuole girare un video al Colosseo. Ma prima viene Alberto Angela

18 Lug. 2018
Beyoncé colosseo
La popolarissima cantante americana Beyoncé

Beyoncé ha messo nel mirino il Colosseo. Secondo quanto riporta Il Messaggero, la popolarissima star americana, dopo aver ambientato l’ultimo video con Jay-Z, “Apeshit”, tra le sale del Louvre, ora vorrebbe avere i permessi per poter girare il nuovo video all’interno dell’Anfiteatro Flavio.

Secondo il quotidiano una prima richiesta è stata avanzata il 2 luglio per poter girare tra il 7 e l’8, in coincidenza con la data romana del tour della super coppia, ma è stata rifiutata per due motivi: tempi troppo stretti e perché il Colosseo era occupato da un altro set, una trasmissione di Alberto Angela.

I due hanno però rilanciato. Si arriverà a un accordo? Probabile. Anche perché, secondo il Ministero dei Beni Culturali, un videoclip della cantate al Colosseo sarebbe un importante impulso alla valorizzazione del patrimonio storico-artistico della Capitale.

Le trattative sono dunque in corso sulle date di affitto del luogo, che dovrebbero essere comunicate col dovuto anticipo. “Nessuna chiusura a priori”, avrebbero spiegato dalla direzione agli artisti con gentilezza, ma per il Colosseo “luogo molto complicato, servono le dovute cautele, e sopralluoghi tecnici per valutare la qualità e l’impatto del progetto”.

D’altro canto per Beyoncé non sarebbe nemmeno la prima volta. In realtà nell’Anfiteatro Flavio aveva già girato in versione gladiatrice uno spot per una nota bibita. Si trattava di un clip per il Super Bowl, girato insieme a Pink e Britney Spears.

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus