Me

San Pietro e Paolo Roma: bus deviati e strade chiuse

Tra il 28 e il 29 giugno, per far fronte a eventi e manifestazioni, tra cui la tradizionale girandola di Piazza del Popolo, numerosi bus subiscono deviazioni e alcune strade vengono chiuse al traffico

Immagine di copertina
Le strade chiuse e i bus deviati a Roma in occasione della festa di San Pietro e Paolo del 29 giugno

Il 29 giugno è la festa patronale di Roma, in cui si festeggiano i Santi Pietro e Paolo. Sono tanti gli eventi in programma nella Capitale.

Tra il 28 e il 29 giugno, per far fronte a eventi e manifestazioni, tra cui la tradizionale girandola di Piazza del Popolo, numerosi bus subiscono deviazioni e alcune strade vengono chiuse al traffico.

Ecco quali sono:

Bus deviati e strade chiuse per la festa di San Pietro e Paolo

Dalle 10 di giovedì 28 giugno e fino a cessate esigenze di sabato 30 giugno, festeggiamenti per la Festa Patronale dei Santi Pietro e Paolo nell’area della Basilica di San Paolo Fuori le Mura.

Via Ostiense sarà chiusa tra viale Giustiniano Imperatore e via Giulio Rocco. A deviare saranno le linee di bus 23, 769 e 792, che transiteranno lungo l’asse via Baldelli-viale San Paolo-lungotevere San Paolo.

Le notturne n2 e n3, inoltre, cambieranno strada da inizio servizio di questa sera sino a cessate esigenze di sabato 30 giugno.

Alle deviazioni già in corso dal 28 giugno per le linee 23, 769, 792, n2 e n3, per gli appuntamenti in programma durante la giornata di venerdì 29 giugno, nell’area della basilica di San Paolo (compresa una processione dalle 19,30 e lo spettacolo pirotecnico dalle 23), possibili deviazioni o fermi a vista coinvolgeranno anche le linee 128, 170, 766 e 791.

Per lo spettacolo di fuochi d’artificio, dalle 23 verrà chiuso Ponte Marconi.

Perché il 29 giugno a Roma è festa

C’è un fattore che rende la festa dei San Pietro e Paolo diversa dalle feste patronali. Una legge del 2011 ha infatti stabilito l’accorpamento delle feste patronali alla domenica, per cui ogni comune italiano ha perso un giorno festivo in cui in precedenza si celebrava la festa patronale. Questo tuttavia non è successo a Roma per la festa di San Pietro e Paolo.

La festa dei Santi Pietro e Paolo, così come il Natale e l’Assunzione (ovvero Ferragosto), è tutelata dal Concordato, l’accordo bilaterale tra Italia e Santa Sede che tutela i rapporti tra Stato e Chiesa, e come tale non può essere spostata, abrogata o accorpata con un’altra legge. Per questa ragione, la festa è sopravvissuta come giorno non lavorativo anche agli accorpamenti del 2011.

Cosa si fa a Roma per il 29 giugno: gli eventi

L’evento più atteso in città è la Girandola per i Santi di Roma. A partire dalle 21.30 di venerdì 29 giugno, va in scena lo spettacolo pirotecnico a ritmo di musica classica a piazza del Popolo.

Negli anni scorsi la girandola si svolgeva a Castel Sant’Angelo, ma dal 2016 è spostata al Pincio, sopra piazza del popolo.

Il programma della rievocazione storica della Girandola inizia alle ore 16 con la La Coppa della Girandola, legata dei circoli storici presso il Ponte Margherita – Banchina Regina Margherita lato Ripetta, organizzata dal Reale Circolo Canottieri Tevere Remo.

Alle 20 è in programma l’esibizione della Fanfara dei Carabinieri del 4 reggimento a cavallo appiedata in Piazza del Popolo e a seguire, alle 21.30 la rievocazione Storica della Girandola visibile da Piazza del Popolo. L’ingresso è libero e gratuito, da appositi varchi aperti fino ad esaurimento posti disponibili.

Un altro evento tradizionale è l’infiorata di piazza San Pietro. Il colorato evento si svolgerà dalla mattina e per tutta la giornata e coinvolgerà via della Conciliazione, piazza San Pietro e piazza Pio XII.

Oltre mille maestri fiorai, provenienti dall’Italia e da tutto il mondo, allestiranno i quadri floreali dell’Infiorata romana, manifestazione che ha 400 anni di storia. I maestri fiorai iniziano a comporre i loro quadri naturali già dal pomeriggio del 28 giugno e i visitatori potranno ammirarli  prima e dopo l’Angelus delle 12 di venerdì 29, per tutta la giornata di festa patronale.

Il papa, in occasione della festa di San Pietro e Paolo, concede ai vescovi di Roma il pallio, una fascia in lana bianca, che simboleggia la vicinanza con le chiese del territorio.