Me
Sanremo 2019, per la seconda volta confemato Claudio Baglioni come direttore artistico
Condividi su:
sanremo 2019 claudio baglioni
Baglioni fa il bis, l'annuncio proviene dal direttore generale della Rai, Mario Orfeo

Sanremo 2019, per la seconda volta confemato Claudio Baglioni come direttore artistico

Il cantante fa il bis, anche alla prossima edizione del festival della musica italiana sarà lui a condurre in qualità di direttore artistico

14 Giu. 2018
sanremo 2019 claudio baglioni
Baglioni fa il bis, l'annuncio proviene dal direttore generale della Rai, Mario Orfeo

È stato confermato il direttore artistico della prossima edizione del festival di Sanremo 2019, per la seconda volta è stato scelto il cantautore Claudio Baglioni.

Baglioni fa il bis, l’annuncio proviene dal direttore generale della Rai, Mario Orfeo: “Da febbraio a oggi c’è stato un vero e proprio corteggiamento e non poteva essere altrimenti considerato il successo di critica e di pubblico e i record ottenuti nella sua prima volta da direttore del Festival”.

Orfeo ha anche aggiunto: “Sono molto contento dell’esito positivo della trattativa sulla direzione artistica del prossimo Festival della Canzone italiana a Sanremo. È un grande onore oltre che motivo di orgoglio per tutta la Rai essere riusciti a convincere un grande musicista e compositore come Baglioni a concedere il bis seguendo un percorso di condivisione e di costruzione del progetto artistico”.

A Baglioni il direttore della Rai manda “un grande in bocca al lupo per l’edizione numero 69 e per questa seconda avventura insieme con la Rai, con lo stesso entusiasmo che ha caratterizzato quella straordinaria di quattro mesi fa”.

I compensi dei conduttori e del direttore artistico del festival di Sanremo

I compensi destinati ai conduttori e agli ospiti che realizzeranno il Festival sono, come ogni anno, da capogiro.

Nel 2018 la quota destinata al direttore artistico e ai conduttori è effettivamente raddoppiata rispetto all’edizione del 2017: 1 milione e 300mila euro.

La quota è ripartita in questo modo: 600mila euro al direttore artistico Claudio Baglioni, 400mila euro alla conduttrice Michelle Hunziker – che si è vista dimezzare di più della metà il compenso rispetto alla sua partecipazione durante l’edizione del 2007, in cui guadagnò 1 milione di euro – e 300mila euro al conduttore Pierfrancesco Favino.

Ma nonostante la quota sia raddoppiata, i compensi in sé sono più bassi rispetto al passato: nel 2006 Giorgio Panariello guadagnò 1 milione di euro, Ilary Blasi 500mila euro, e Victoria Cabello 400mila euro.

Nel 2009 Paolo Bonolis venne retribuito con 1 milione di euro, creando scandalo dopo aver annunciato il suo compenso in diretta nazionale.

Nel 2010 ad Antonella Clerici, unica conduttrice donna negli ultimi nove anni, venne dato un compenso pari a 500mila euro.

Nel 2011 e nel 2012 Gianni Morandi guadagnò 800mila euro l’anno.

Nel 2013 e nel 2014 Fabio Fazio guadagnò 600mila euro, e Luciana Litizzetto 350mila.

Infine nel 2017, in duri tempi di crisi, fece discutere il compenso di 650mila euro destinato a Carlo Conti, che per calmare le acque diede poi 100mila euro in beneficenza.

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus