Me
Sex and the city compie vent’anni: 50 curiosità che potresti non conoscere
Condividi su:
sex and the city
Il 6 giugno del 1998 è stato il giorno della messa in onda della prima puntata della serie televisiva Sex and the City.

Sex and the city compie vent’anni: 50 curiosità che potresti non conoscere

Tra amicizia, sesso e amore la serie cult oggi festeggia il suo ventesimo anniversario, ecco cinquanta aneddoti su Sex and The City sconosciuti ai più

06 Giu. 2018
sex and the city
Il 6 giugno del 1998 è stato il giorno della messa in onda della prima puntata della serie televisiva Sex and the City.

Sex and the city, la serie cult tra le più seguite al mondo compie oggi vent’anni.

Infatti il 6 giugno del 1998 è stato il giorno della messa in onda della prima puntata della serie televisiva Sex and the City.

La serie infatti è basata sulla vita di quattro giovani donne che raccontano apertamente le loro esperienze, in una New York nel pieno di una rivoluzione sessuale che tentava di abbattere i muri del conservatorismo bigotto.

Il programma, ancora oggi, continua a essere un punto di riferimento di stile vintage per le nuove generazioni, nonché una novità progressista nell’ambito di temi che all’epoca erano molto delicati e poco trattati.

Qui abbiamo scritto un articolo che parla di Instagram e Sex and the City: In che modo Instagram sta riscrivendo le affermazioni sessiste e razziste di Sex and the City.

Tra amicizia, sesso e amore la serie Sex and the City ideata da Darren Starr è diventata tra le più popolari di sempre, ma ci sono alcune curiosità che potresti non conoscere.

Buzzfeed ha raccolto cinquanta aneddoti su Sex and The City poco conosciuti, eccoli:

1. Sex and the City si ispira al libro di Candace Bushnell, che comprendeva le sue colonne settimanali sul New York Observer.

2. La Bushnell è stata pagata solo 60 mila dollari per i diritti d’autore.

3. Sarah Jessica Parker, interprete dell’alter ego della Bushnell, Carrie Bradshaw, è stata l’unica tra le attrici protagoniste ad avere una clausola contrattuale che le garantiva di non dover fare scene di nudo.

4. Il tutù che Carrie indossa nei crediti di apertura proveniva costò alla produzione soltanto cinque dollari.

5. Cynthia Nixon è bionda. Ha tinto i suoi capelli di rosso per poter interpretare Miranda.

6. Carrie doveva essere mora inizialmente. Ma 24 ore prima di girare il pilot i produttori cambiarono idea perché la Bushnell è bionda.

7. Nei libri il cognome di Charlotte era Ross. E’ stato cambianto in York per la serie TV, dove è stata interpretata da Kristin Davis.

8. Dopo che Miranda e Carrie hanno mangiato nella serie i cupcake, il Magnolia Bakery al 401 di Bleecker Street è diventato talmente famoso da dover assumere un buttafuori.

9. Nel primo film, Carrie legge un libro intitolato Lettere d’amore di grandi uomini. Il libro in questione non esisteva, ma dopo che il film raggiunse le sale divenne talmente desiderato dai fan che, alla fine, venne pubblicato.

10. Durante le riprese la Parker trascorreva fino a 18 ore al giorno sui tacchi per interpretare Carrie.

11. La Parker vide l’armadietto per i medicinali di Carrie in un market prima che le riprese iniziassero. Non lo comprò, ma in un secondo tempo tornò, pensando di aver commesso un errore, per acquistarlo. Ma una volta nuovamente sul posto apprese che era stato venduto per uno show televisivo. Quando si presentò per girare trovò l’armadietto lì.

12. Nel primo film il biglietto che accompagna il vestito da sposa di Vivienne Westwood è stato scritto a mano da Vivienne Westwood.

13. Il ragazzo dai capelli rossi che interpreta Brady nel film è lo stesso ragazzo che interpreta la piccola Brady nella serie TV.

14. Il medico presente nella scena in cui Miranda partorisce è un vero medico.

15. Mr. Big, interpretato da Chris Noth, si ispira a Ron Galotti, un ex capo della Bushnell al giornale nonché suo ex-fidanzato.

16. La quinta stagione ha solo 8 episodi perché la Parker era incinta.

17. Nel 2012 l’appartamento di Carrie è stato venduto per oltre 9 milioni di dollari.

18. Il ruolo di Matthew McConaughey nell’episodio “Escape From New York” era stato scritto per Alec Baldwin. Solo che Baldwin rifiutò.

19. Il ruolo venne poi offerto a George Clooney. Che lo rifiutò a sua volta.

20. Successivamente venne offerto a Warren Beatty, che non lo volle.

21. Solo allora venne offerto a Matthew McConaughey.

22. L’indirizzo di Carrie è 245 East 73rd Street, quello di Samantha è 300 Gansevoort Street, quello di Charlotte è 700 Park Avenue e quello di Miranda è 331 West 78th Street. Nessuno di questi indirizzi esiste nella vita reale.

23. La Nixon non ha i buchi alle orecchie. Mentre girava indossava sempre orecchini a clip.

24. La nonna della Davis non ha mai visto lo show, perché la Davis pensava che non lo avrebbe capito.

25. Natasha, la moglie di Mr. Big, si veste sempre di bianco. Questo per trasmettere che la sua personalità è come la “vaniglia”.

26. Kim Cattrall ha respinto il ruolo di Samantha due volte prima che riuscissero a persuaderla ad accettarlo.

27. Anche quando faceva riprese a mezzo busto la Cattrall insisteva per indossare i tacchi. Diceva che la facevano sentire di più nei panni di Samantha.

28. Nel primo film, Carrie rimuove un libro dall’alzatina che lo pubblicizzava in una libreria e lo rimpiazza con il suo. Quel libro è Lucia, Lucia di Adriana Trigiani, e racconta di una donna che pianifica un matrimonio stravangante prima di essere lasciata sull’altare.

29. Nel secondo film le ragazze arrivano all’aeroporto di Marrakech, non a quello di Abu Dhabi.

30. Nel primo film, Carrie and Miranda litigano e parlano davanti alla casa di Carrie. Sullo sforndo c’è un tassista indiano che annuisce in silenzio. E’ lo stesso tassista che nella seconda stagione era presente quando le ragazze avevano la conversazione inerente al sesso anale.

31. Nella scena in cui Trey fa la proposta a Charlotte è stata utilizzata una finestra di Tiffany finta, perché il vero negozio non aveva dato l’autorizzazione per le riprese. In ogni caso un responsabile di Tiffany approvò la finestra posticcia prima che le riprese iniziassero.

32. Willie Garson, che interpreta Stanford, aveva avuto un appuntamento al buio con la Parker anni prima che Sex and the City venisse girato. Nella vita vera sono amici molto stretti.

33. Molte delle opere presenti nella casa di Aleksandr Petrovsky appartengono all’attore che lo ha interpretato, Mikhail Baryshnikov.

34. La musica presente durante la permanenza di Carrie a Parigi è stata scritta da Baryshnikov. E’ la stessa musica che Aleksandr suona a Carrie con il suo piano in “The Ick Factor”.

35. All’inizio del matrimonio di Charlotte, viene eseguita una nenia funebre scozzese, che simboleggia che Charlotte si sta addentrando in un brutto matrimonio.

36. Nel primo film era stato offerto un cameo a Victoria Beckham, ma dovette rifiutarlo per via del suo impegno con le prove del tour delle Spice Girls.

37. Il primo cane che faceva Pete aveva paura di John Corbett, quindi la produzione ha dovuto cercare un secondo cane.

38. L’accordo pre-matrimoniale che Bunny fa per Charlotte è stato scritto da un vero avvocato.

39. Il residuo del cordone ombelicale di Brady con il quale gioca il gatto di Miranda in realtà è un pezzetto di carne secca.

40. Le riprese dell’ultimissimo episodio, “An American Girl in Paris – Part Deux”, erano state ultimate solo quattro giorni prima della messa in onda.

41. Nei crediti di apertura c’è un errore di continuità. Quando il bus schizza di acqua Carrie è pieno di passeggeri, ma quando la telecamera si focalizza su Carrie appare vuoto.

42. Nel 2001 la Parker divenne produttrice esecutiva dello show. Questo si tradusse in un incremento di stipendio, tale da farle guadagnare 3 milioni di dollari per episodio.

43. L’episodio in cui Berger rompe con Carrie con un Post-it è stato ispirato dalla rottura via post-it avvenuta nella vita reale a una delle autrici della serie.

44. Nel primo film Carrie ha lo stesso telefono che ha nella serie TV. Per mostrare quanto tempo era passato i produttori lo avevano tappezzato con del nastro adesivo.

45. Quando Samantha incontra Phoebe (interpretata da Geri Halliwell) per strada, parlano della Soho House, che è proprio lì. Al momento delle riprese Victoria e David Beckham si trovavano all’interno del club privato

46. Fino al 12 esimo episodio della quarta stagione nei crediti di apertura il nome della Parker veniva mostrato davanti alle torri del World Trade Center. Dopo l’attacco dell’11 settembre e il collasso delle torri, entrambe apparvero comunque dietro l’Empire State Building.

47. Quando la Davis e Noth hanno girato la scena in cui Charlotte dice a Mr Big “Io maledico il giorno in cui sei nato!” nel primo film, c’era una esercitazione antincendio nella scuola cattolica per ragazze dall’altra parte della strada. Un gruppo di ragazzine era uscito dall’edificio urlando: “Ti amiamo, Mr Big!” Noth si è girato e ha detto loro: “Non dovreste essere a scuola?” E una di loro ha risposto: “Abso-fuckin-lutely!”

48. Nessuna delle quattro protagoniste ha mai indossato la stessa combinazione di vestiti nel corso delle stagioni, a eccezione dell’ultimo episodio, dove Carrie indossa una pelliccia vista nella prima stagione.

49. Carrie risponde a 92 domande nella sua rubrica nel corso della serie

50. Nell’episodio antcedente al suo trasferimento a Parigi, Carrie scrive, “E’ giunto il momento di non farsi più domande?” Questa è la sua ultima domanda, dato che negli ultimi due episodi non si chiede più nulla.

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus