Me

La Regina Elisabetta invia una sua assistente a fare da “tata” a Meghan Markle

Samantha Cohen, per 17 anni a fianco della Regina, dovrà occuparsi dell'educazione reale della coppia: vivrà con Meghan e Harry per almeno sei mesi

Immagine di copertina
La Regina Elisabetta e Meghan Markle

Regina Elisabetta Meghan Markle | Royal wedding | Principe Harry e Meghan Markle

Neanche il tempo di celebrare il matrimonio, che per Meghan Markle cominciano le prime prove da duchessa.

Già, perché a Corte qualcuno teme che la scarsa confidenza della neo-sposa del principe Harry con i protocolli e le “etichette” reali possa causare dei problemi in occasione di cerimonie ufficiali, uscite pubbliche e altri eventi in cui il comportamento deve essere impeccabile.

Ecco allora che si è mossa la Regina Elisabetta in persona: preoccupata per la “educazione reale” della coppia (anche del principe Harry), la Regina ha inviato a Kensigton Palace una sua persone di estrema fiducia.

Si tratta di Samantha Cohen, conosciuta anche come “Samantha la pantera”, sua assistente personale per ben 17 anni. La Cohen, di recente, aveva manifestato l’intenzione di passare ad altre occupazioni e si era addirittura dimessa.

Samantha Cohen

Il motivo è che non aveva gradito le dimissioni di Lord Geidt, segretario privato della Regina, che aveva rinunciato al suo incarico dopo un litigio col principe Carlo.

Per farle tornare la voglia di collaborare con la famiglia reale, la Regina Elisabetta, 92 anni, ha affidato alla Cohen una nuova e stimolante sfida: guidare Meghan Markle nel suo apprendistato per trasformarla in una Royal Lady coi fiocchi e senza pecche.

“Samantha la pantera”, quindi, si trasferirà per almeno sei mesi nella residenza di Harry e Meghan, con buona pace dell’intimità coniugale, e insegnerà a entrambi qual è il comportamento corretto da tenere a Corte.

La Cohen si occuperà più o meno di tutto: regole di comportamento, abbigliamento, uscite pubbliche, gestualità, buone maniere, nonché lo stile e la forma da tenere nelle dichiarazioni pubbliche.

È chiaro che la famiglia reale si aspetta molto da Meghan Markle, che già nelle prossime settimane sarà impegnata in un tour lungo il paese per prendere parte ad alcuni eventi, in particolare benefici.

Royal wedding: cosa hanno regalato i leader politici a Harry e Meghan

In questi giorni la famiglia reale ha comunicato anche i regali pervenuti agli sposi dopo il matrimonio.

Il principe Harry e Meghan Markle hanno chiesto ad amici, familiari e sostenitori di donare qualcosa a una delle sette organizzazioni benefiche che stanno loro a cuore, compresa un’associazione che si occupa di combattere l’HIV (CHIVA).

Le altre organizzazioni indicate dalla coppia hanno a che fare con l’assistenza ai senzatetto, alle donne che vivono nelle baraccopoli di Mumbai, in India (attraverso la fondazione Myna Mahila), ai bambini che hanno perso un genitore nelle Forze Armate (fondazione Scotty’s Little Soldiers).

Harry e Meghan hanno anche indicato altre organizzazioni che si occupano di tutela della biodiversità marina, della difesa di flora e fauna in Africa, di sport giovanile, e altro ancora.

I leader mondiali, poco dopo le nozze, si sono affrettati a rivelare cosa hanno regalato alla coppia. Ecco cosa si sa finora.

Justin Trudeau

Sabato 19 maggio, il primo ministro canadese Justin Trudeau ha rilasciato una dichiarazione per congratularsi con Harry e Meghan, annunciano che il Canada donerà 50mila dollari (42mila euro) all’organizzazione benefica Jumpstart, focalizzata sullo sport giovanile.

“Oggi, i canadesi si sono uniti alla celebrazione del matrimonio tra il principe Harry e Meghan Markle”, si legge nel comunicato del governo.

“Per celebrare la loro unione, il Canada donerà 50mila dollari a Jumpstart, un’associazione benefica canadese che si dedica a rendere il gioco e lo sport più accessibili ai bambini provenienti da ambienti svantaggiati. Dal 2005 Jumpstart ha aiutato più di 1,6 milioni di bambini a scendere sul campo e a far parte di una squadra”.

Donald Trump

Nonostante non abbia ricevuto un invito alle nozze della coppia, un portavoce della Casa Bianca ha confermato che Donald Trump e la First Lady Melania “daranno un contributo ad una delle sette organizzazioni benefiche che la coppia reale ha indicato al posto dei tradizionali regali nuziali”.

Jacinda Ardern

La presidente della Nuova Zelanda, Jacinda Ardern, ha detto ai giornalisti che il paese farà una donazione di 5mila dollari (poco più di 4mila euro) a un’organizzazione benefica neozelandese che ha lo scopo di sostenere i bambini e le famiglie dei detenuti.

Malcolm Turnbull

Il primo ministro australiano Malcom Turnbull ha rivelato su Instagram che il paese farà una donazione all’organizzazione benefica Invictus Games, che verrà ospitata a Sydney alla fine di quest’anno e di cui è presidente lo stesso Harry.

La fondazione si occupa di giochi internazionali per i veterani di guerra. In questo articolo vi abbiamo spiegato nel dettaglio come funzionano gli Invictus Games. 

Emmanuel Macron

Il presidente francese ha invece optato per un regalo più tradizionale, donando  alla coppia reale un pezzo su misura della collezione 007 di ST Dupont, che incorpora una penna e un accendino.

La cerimonia

Meghan è entrata da sola in chiesa, ad aspettarla all’altare c’era Harry. “Thank you Pà”, ha sussurrato al padre Carlo prima di prendersi la sua Meghan. “You look amazing. I’m so lucky”. Bella sicuramente, fortunato vedremo. Qui la cronaca da Windsor di Lavinia Oreficiper TPI.

Come aveva rivelato lei stessa alcuni giorni fa, il padre Thomas Markle, non è stato presente per problemi di salute.

“Sei meravigliosa” sono state le prima parole rivolte dal principe Harry, commosso quando ha visto arrivare Meghan.

Tra i momenti più importanti del matrimonio reale tra il principe Harry e l’attrice Meghan Markle c’è sicuramente il momento del fatidico sì che ha provocato una risata generale tra gli invitati. Qui vi spieghiamo il motivo.

La sposa era accompagnata da 10 damigelle e paggetti.

Al matrimonio tra il principe Harry e l’attrice Meghan Markle non sono mancati i riferimenti alla madre dello sposo. Qui i riferimenti “nascosti” in ricordo di Lady Diana.

Erano 600 gli ospiti all’interno della cappella dove è stato officiato il rito nuziale, condotto dal decano di Windsor David Conner e l’arcivescovo di Canterbury, Justin Welby.

Presente anche anche il vescovo statunitense Michael Curry. Lady Jane Fellowes, sorella della defunta Diana, Principessa del Galles, ha letto il Cantico dei Cantici, sottolineando la forza e il potere dell’amore.

Buckingham Palace ha annunciato che il principe Filippo, 96 anni, che si sta riprendendo dopo un’operazione all’anca, avrebbe partecipato e così è stato.

La regina è stata l’ultima a entrare nella cappella di St. George, subito prima della sposa.

Il Castello di Windsor, oltre ad essere molto caro alla famiglia reale, ha una lunga tradizione di matrimoni reali: il primo nel 1121.

Dallo zucchero filato agli hamburger: il menù del matrimonio reale del principe Harry e Meghan Markle.

Ecco il menu ufficiale del pranzo servito al matrimonio reale.

L’album di nozze ufficiale di Harry e Meghan pubblicato dalla famiglia reale

Sul profilo ufficiale Facebook della Royal family sono state pubblicate tre fotografie del giorno del matrimonio tra il duca e la duchessa Sussex.

Le immagini sono state scattate dal fotografo Alexi Lubomirski nel salotto verde del castello di Windsor.

Nel post si leggono anche i ringraziamenti degli sposi: “Il duca e la duchessa di Sussex vogliono ringraziare tutti coloro che hanno partecipato alle celebrazioni del loro matrimonio sabato.

Si sentono così fortunati di aver potuto condividere questa giornata con gli invitati che si sono riuniti a Windsor”.

Il principe Harry e Meghan Markle hanno ringraziato anche tutti quelli che “che hanno seguito il matrimonio in televisione”.