Me

Milano: chiamano la figlia “Blu”, la Procura chiede di cambiare il nome

Il Tribunale di Milano chiede alla coppia di rettificare il nome anteponendo un altro nome femminile. I genitori ora devono decidere se adeguarsi alla richiesta

Immagine di copertina

Il nome “Blu” può essere anche maschile e chiamare una bambina in questo modo andrebbe  violare il precetto dell’articolo 35 del Dpr 396/2000, secondo cui “il nome imposto al bambino deve corrispondere al sesso”.

Con queste motivazioni il Tribunale di Milano ha convocato due coppie milanesi che hanno scelto di chiamare le loro figlie in questo modo.

Una delle due coppie non si capacita perché la propria figlia è nata, ed è stata chiamata Blu, un anno e mezzo fa. Ora il Tribunale impone loro di anteporre un altro nome femminile, facendo slittare Blu come secondo nome, altrimenti i giudici potrebbero decidere al loro posto.

I genitori non si aspettavano era di essere convocati così tardi. All’ufficio anagrafe avevano avvisato la coppia del rischio convocazione, ma dopo un anno e mezzo madre e padre ritenevano che non ci fossero più problemi. Anche perché, in tutto questo tempo, la bimba si è abituata ad essere chiamata Blu.

“Considerato che si tratta di nome moderno legato al termine inglese Blue, ossia il colore Blu, e che non può ritenersi attribuibile in modo inequivoco a persona di sesso femminile – si legge nella lettera di convocazione in Tribunale – l’atto di nascita deve essere rettificato, anteponendo altro nome onomastico femminile che potrà essere indicato dai genitori nel corso del giudizio”.

I genitori ora devono decidere se adeguarsi alla richiesta del Tribunale e presentarsi, giovedì 24 maggio, con un nome alternativo, o se rischiare che i giudici decidano al loro posto.

Nell’altro caso, la Procura di Milano ha rinunciato a chiedere la rettifica del nome Blu dato dai genitori a una bambina questa volta di quasi 5 mesi. Il Tribunale civile milanese ha quindi confermato il nome della piccola.

All’estero Blu (o Blue) è ampiamente sdoganato, la figlia di Beyoncé si chiama Blu, anche una famosa coppia italiana, Clizia Fornasier e Attilio Fontana, hanno chiamato Blu il loro figlio, nato nel 2016.

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus