Me
Anteprima da Ansuini The new tradition, la nota gioielleria romana presenta la nuova collezione “Prisca”
Condividi su:
Ansuini gioielleria roma

Anteprima da Ansuini The new tradition, la nota gioielleria romana presenta la nuova collezione “Prisca”

160 anni di attività puntando, in controtendenza, esclusivamente sull’artigianato

03 Mag. 2018
Ansuini gioielleria roma

160 anni di attività puntando, in controtendenza, esclusivamente sull’artigianato.

Anteprima da Ansuini : THE NEW TRADITION  – La nota gioielleria romana presenta la nuova collezione “Prisca”.

Domenica 6 maggio, nella prestigiosa sede di Palazzo Massimo, dalle 18 alle 21, la nuova linea di gioielli realizzati dalla famosa gioielleria in collaborazione con la giovane designer Giulia Bontempi, sarà esposta al pubblico.

Gioielli ispirati al mondo etrusco, ma rivisitati in chiave moderna, pensati per una donna dinamica, intraprendente, cosmopolita, sicura, che non rinuncia mai ad essere elegante e classica in tutte le occasioni.

I gioielli che diedero inizio alla maison Ansuini erano etruschi. Di origini “etrusche” è la giovane designer. Da questo incontro è nata la collezione Prisca. Grazie alla stretta collaborazione fra la mano della designer e quella degli orafi, escludendo dalla realizzazione l’uso della tecnologia digitale, è stato possibile ridare vita a una simbologia etrusca in chiave moderna: THE NEW TRADITION. Tecnologia che invece è stata primaria nella promozione dell’immagine della collezione.

La serie degli “animalier” con le sue forme tondeggianti rinnova il magico simbolismo etrusco legato al mondo animale: la rana, gli uccelli, le api e i pesci ne sono una chiara rappresentazione. La serie geometrica con le sue forme nette e decise rappresenta invece il ruolo della donna etrusca e ne sottolinea l’incredibile similitudine con la donna moderna.

La linea Prisca esalta il valore dell’artigianato colto, attingendo a piene mani al “genius loci”, impiega esclusivamente materiali preziosi “free conflict” e dimostra come si possano realizzare prodotti di qualità a costi accessibili in controtendenza con il dilagare della standardizzazione delle produzioni digitali.

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus