Me

Esiste un robot che suona il pianoforte, senza sbagliare una nota

Il robot è dotato di 53 dita e questa sera, mercoledì 21 marzo 2018, sfiderà la collega umana Elisa D'Auria al Conservatorio di Milano

Immagine di copertina

È un robot pianista, si chiama TeoTronico, è dotato di 53 dita e questa sera, mercoledì 21 marzo 2018, sfiderà la collega umana Elisa D’Auria al Conservatorio di Milano.

Matteo Suzzi, 41enne di Imola, ha creato il robot e ha dichiarato che inizialmente il progetto era un altro: “Avevo provato a robotizzare un’arpa ma si scordava, così sono passato al pianoforte”.

Inoltre Suzzi ha aggiunto: “All’inizio Teo aveva 29 dita, poi sono passato a 53 sviluppando il progetto col pianista Roberto Prosseda. L’ho costruito tutto a mano, anche riciclando dei materiali: non lo si capisce, ma la testa è fatta con bottiglie di candeggina”.

 

TeoTronico pianoforte robot

La sfida musicale di questa sera con Elisa D’Auria sarà sulle note di Bach e Chopin, Liszt e Debussy, con finale jazz.

TeoTronico può suonare qualsiasi brano “e di qualunque altro autore i cui brani siano disponibili in formato midi. In pratica quasi tutto: Teo legge attraverso la sua presa usb ed esegue”.

E senza mai sbagliare una nota, questo lo distingue dall’essere umano: la macchina ha un margine di errore più basso rispetto all’uomo e questo la rende impeccabile ma molto meno creativa rispetto all’essere umano.

“Su questo sono onesto, il mio Teo ha limiti oggettivi”, dice Suzzi.

“Se Pollini suonasse una tastiera elettronica collegata al robot, questo replicherebbe il suo modo di suonare; ha già imitato alcuni grandi virtuosi del passato come Rachmaninov e Busoni, traducendo in movimenti meccanici le loro esecuzioni incise sui vecchi rulli. Ma di suo non può metterci nulla.” Ed è proprio questo il limite di TeoTronico.

Enrica Ciccarelli, direttore artistico della Società dei Concerti, ha dichiarato che ha deciso di proposito di organizzare questa sfida tra macchina, perfetta e impeccabile, ed essere umano che anche se commette errori e sbaglia, è capace di emozionare e far commuovere.

TeoTronico si è già esibito in tutta Europa: “Ha suonato con orchestre, ha duettato con Lang Lang. Poco tempo fa a Seoul abbiamo avuto 9mila spettatori. E a Pechino ero l’unico italiano presente alla fiera robotica mondiale: la gente si interessava al mio Teo, trovava che la sua espressione facciale denotasse intelligenza e personalità”.

Qui il video dell’esibizione di Lang Lang trasmesso il 1 settembre 2017 dove TeoTronico ha sfidato un giovane pianista cinese in una “gara di velocità”:

Qui l’esibizione di TeoTronico a Berlino:

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Se ti piace questa notizia, segui TPI Pop direttamente su Facebook