Me

Cosa sappiamo finora della morte di Dolores O’Riordan

La polizia ha fatto sapere che non si tratta di una "morte sospetta", nonostante non si conosca ancora l'esito dell'autopsia

Immagine di copertina
Photo: Marcel Mettelsiefen

Non è ancora stata fatta piena luce sulla scomparsa della cantante Dolores O’Riordan, avvenuta a Londra il 15 gennaio 2018.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

La polizia ha fatto sapere che non si tratta di una “morte sospetta”, nonostante non si conosca ancora l’esito dell’autopsia.

Qualcuno ha ipotizzato che la voce dei Cranberries fosse affetta da un tumore, dopo che l’ultima tournée della band era stata annullata per dei problemi alla schiena della cantante.

La cantante, 46 anni, è stata trovata in una camera dell’hotel Hilton a Park Lane, a Londra.

Leggi anche: È morta a 46 anni la cantante dei The Cranberries

In questo periodo si stava prendendo una pausa dalla registrazione del nuovo album del suo gruppo.

Una persona vicina alla O’Riordan ha detto al Daily Mail che “Dolores era terribilmente depressa”.

Queste parole hanno fatto tornare alla mente il tentato suicidio del 2013 e le varie interviste in cui la cantante parlava dei suoi problemi mentali e nervosi e della sua dipendenza dall’alcool.

Proprio nel momento in cui i Cranberries raggiunsero l’apice del successo, la O’Riordan fu inghiottita in un vortice depressivo che la condusse all’anoressia.

“Avevo semplicemente smesso di mangiare, la mia dieta consisteva in sigarette e caffè”, le parole di Dolores all’epoca.

Nonostante ultimamente sembrasse una persona più serena, impegnata a crescere i suoi tre figli Taylor, 20 anni, Molly, 16, e Dakota, 12, avuti dal suo ex marito Don Burton, continuano a circolare delle voci su una morte sospetta dell’artista.

Si parla di un presunto disturbo bipolare della personalità, oltre che degli abusi che aveva subito da bambina di cui lei stessa aveva parlato, che certamente segnarono il suo animo sensibile che contraddistingueva le sue enormi doti interpretative.

In un tweet, gli altri membri della band hanno scritto: “Siamo devastati dalla scomparsa della nostra amica Dolores. Era un talento straordinario e ci sentiamo molto privilegiati per aver fatto parte della sua vita dal 1989 quando abbiamo fondato i Cranberries. Il mondo ha perso una vera artista oggi. Noel, Mike e Fergal”.