Me

The Post Internazionale (TPI) cambia volto

Il nuovo sito è online da oggi, mercoledì 14 giugno 2017, con una veste grafica completamente rinnovato e un design più moderno e più pulito

Immagine di copertina

7 anni, 40mila articoli e 700mila follower dopo, The Post Internazionale (TPI) cambia aspetto. E lo fa con un sito e un logo completamente rinnovati. Il nuovo sito è online da oggi, mercoledì 14 giugno, sempre all’’indirizzo www.tpi.it.

Il sito cambia la sua veste grafica, con un design più moderno e più pulito, studiato per adattarsi meglio agli schermi dei dispositivi portatili. Il “restyling” permette all’utente di leggere le notizie più facilmente. La pubblicità, che garantisce un servizio gratuito e di qualità, risulterà meno invasiva. Grazie al nuovo sito ci sarà la possibilità di dare maggiore rilievo ai reportage dall’estero, alle interviste e alle opinioni della redazione e dei collaboratori nel mondo.

Se fino a oggi era possibile mettere una notizia online in alcuni minuti, con la nuova piattaforma ci vorranno solo pochi secondi, per offrire ai lettori un servizio editoriale sempre più veloce, tempestivo e di qualità.

Sarà possibile rimanere informati sulle breaking news, grazie agli articoli live, con aggiornamenti in tempo reale. Da oggi ci sarà inoltre una sezione interamente dedicata ai contenuti pop. Dai video alla musica, dal cinema alla cultura, passando per le illustrazioni e il design: uno spazio tutto nuovo dove rimanere informati sulle novità e le tendenze del web.

TPI ha rinnovato anche il suo logo, con una forma che da squadrata diventa tonda. È composto da tre cerchi, uno per ogni iniziale del nostro nome “The Post Internazionale”, il cui acronimo TPI, più corto, più aggressivo, più immediato e più conosciuto, è ormai da tempo entrato nell’uso comune dei lettori. Lo slogan “Senza giri di parole” identifica la mission del giornale sin dalla fondazione. Infine il colore, una versione più brillante del rosso che ha definito il marchio fino a oggi. Il logo è stato realizzato da Mario Garcia, professore alla Columbia Journalism School, e fondatore di Garcia Media.

Il sito è stato realizzato da nois3, Experience Design Agency di Roma specializzata nella progettazione di strategie, servizi ed eventi multicanale, con un approccio HCD (Human-Centered Design), ovvero partendo delle esigenze dell’utente.

Chi siamo

The Post Internazionale (TPI) è un giornale online specializzato nell’attualità internazionale, con 10 giornalisti nella redazione romana e con oltre 200 collaboratori in tutto il mondo. Racconta il mondo con storie, reportage e inchieste sul campo senza giri di parole, con una media di 40 articoli al giorno, in stile anglosassone, che lo distingue dai classici siti d’informazione italiani.

Fondato nel 2010 da Giulio Gambino (giornalista che ha lavorato a l’Espresso, la Stampa e che si è formato alla Columbia University School of Journalism) insieme a Stefano Mentana, Davide Lerner, Francesco Saverio Bersani, Adriano Pagani e Alessandro Albanese pubblica inchieste co-prodotte insieme al settimanale L’Espresso ed è uno tra i primi 15 siti d’’informazione all digital in Italia (fonte Alexa).

Con la testata collaborano il corrispondente dell’Ansa da Beirut Lorenzo Trombetta, l’inviato Rai Amedeo Ricucci, le giornaliste Francesca Mannocchi, Nancy Porsia, Asmae Dachan. TPI genera ogni mese oltre 2,5 milioni di utenti unici, dei quali oltre 1,5 milioni sono lettori under 35. La pagina Facebook del giornale conta oltre 720mila follower. TPI organizza anche corsi di giornalismo tra Roma e Milano: oltre 500 partecipanti ospitati finora, con la collaborazione di 4 università italiane e il sostegno di 75 tra i migliori giornalisti italiani e internazionali.