Me

Il leader dell’opposizione russa Alexei Navalny è stato arrestato a Mosca

Centinaia di manifestanti sono stati fermati dalle forze dell'ordine durante una serie di manifestazioni in tutto il paese

Immagine di copertina

La polizia russa ha arrestato centinaia di manifestanti in una serie di proteste organizzate a Mosca, San Pietroburgo e altre città del paese lunedì 12 giugno 2017. Il leader dell’opposizione russa Alexei Navalny è stato arrestato lo stesso giorno prima dell’inizio delle manifestazioni, mentre cercava di lasciare la sua abitazione.

Navalny è accusato di aver pianificato una protesta non autorizzata a Mosca. A denunciare l’arresto è stata la moglie di Navalny, Yuliya Navalnaya, su Twitter. L’oppositore del presidente russo Vladimir Putin aveva fatto un appello per le manifestazioni contro la corruzione in tutto il paese e ha chiesto che i programmi non fossero modificati dopo il suo arresto.

Secondo l’agenzia Reuters almeno 118 manifestanti sono stati arrestati al centro di Mosca, dopo che migliaia di persone sono scese in piazza contro la corruzione.

Almeno dieci persone sono state arrestate per una protesta nella città di Vladivostok mentre altre quattro a Blagoveshchensk e almeno un’altra a Kazan, secondo quanto riporta la Bbc.

A marzo 2017 un’altra protesta organizzata da Navalny aveva portato migliaia di persone in piazza. Anche in quel caso il leader era stato arrestato e poi scarcerato.