Me
Tutto quello che c’è da sapere sulla visita di Trump a Roma
Condividi su:

Tutto quello che c’è da sapere sulla visita di Trump a Roma

Per la visita del presidente degli Stati Uniti sono stati ipotizzati quattro differenti itinerari: gli spostamenti verranno scelti senza alcun preavviso

23 Mag. 2017

Il presidente statunitense Donald Trump è atteso a Roma nella giornata del 23 maggio. Sarà accompagnato dalla moglie Melania e trascorrerà meno di 20 ore nella capitale. L’Air Force One su quale viaggia la famiglia presidenziale dovrebbe atterrare alle 18:30 all’aeroporto di Fiumicino.

Per la visita del presidente sono state adottate ingenti misure di sicurezza, resesi ancora più stringenti a causa degli ultimi fatti di cronaca che hanno riguardato l’attentato della notte del 22 maggio a Manchester.

L’agenda degli appuntamenti

Ore 8:15 – Trump, in compagnia della moglie Melania, farà visita al papa in Vaticano. All’incontro seguirà il colloquio tra il presidente e il cardinale segretario di Stato, Pietro Parolin, insieme all’arcivescovo Paul Richard Gallagher.

Al termine il presidente e la first lady visiteranno la Cappella Sistina e la basilica di San Pietro.

Ore 11:15 – Melania visiterà l’ospedale pediatrico Bambin Gesù, mentre Ivanka sarà alla Comunità di Sant’Egidio nella sede di Trastevere, dove incontrerà un gruppo di donne vittime del traffico di esseri umani. A questi seguono la visita di Trump al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che avverrà nella sala del Bronzino al Quirinale. Poi sarà la volta del premier Paolo Gentiloni. I due s’incontrano a Villa Taverna, a pochi giorni dal vertice del G7 che si aprirà venerdì 25 maggio a Taormina.

Ore 13:30 – È prevista la ripartenza da Fiumicino alla volta di Bruxelles dove il presidente statunitense è atteso per il vertice Nato.

La due giorni di Trump a Roma comporterà diverse interdizioni al traffico, compreso quello aereo, nonché la chiusura di alcune strade e la deviazione di diverse linee di bus.

Le misure di sicurezza

Sono stati ipotizzati quattro differenti itinerari per gli spostamenti del presidente, che saranno scelti senza alcun preavviso, al fine di garantire il massimo della sicurezza e non fornire precise indicazioni sulle strade che verrano percorse da Trump.

Sono stati inoltre programmati tre differenti sistemi di sicurezza, secondo un modello concentrico che si estende su tutte le zone possibilimente toccate dagli itinerari decisi di volta in volta per gli spostamenti del presidente.

I tre cerchi di sicurezza: il primo è garantito dall’impiego dei reparti speciali della polizia di Stato, i Nocs, per la protezione ravvicinata del presidente; il secondo prevede il dispiegamento, lungo l’itinerario prescelto, di altre 30 unità di alta capacità di spostamento per un primo eventuale intervento; il terzo è realizzato con l’impiego di 20 nuclei di pronto intervento della polizia di Stato e dell’Arma dei carabinieri.

I blocchi e le deviazioni stradali

Dalle 7:00 di martedì 22 maggio è stato vietato il passaggio delle linee di trasporto pubblico nei pressi di Villa Taverna dove Trump passerà la notte: la zona di sicurezza è stata delimitata da viale Rossini, via De Cavalieri, via Paisiello, via Aldrovandi, viale Bruno Buozzi e piazza Pitagora. 

Il blocco scatterà dalle 13 e alla zona si potrà accedere attraverso otto varchi presidiati dalla polizia locale: due saranno solo le aree pedonali, in viale Rossini all’altezza di via Paisiello e via de Cavalieri, gli altri sei invece saranno aperti anche ai veicoli. I varchi saranno aperti in via Paisiello all’altezza di via de Cavalieri, tra via Mercadante e via Rossini, tra via Aldrovandi e via delle Tre Madonne, nelle intersezioni di viale Bruno Buozzi/via delle Tre Madonne, via Bertoloni/piazza Pitagora, viale Rossini/piazza Ungheria. 

In occasione dell’incontro tra il presidente statunitense e Papa Francesco, la zona di sicurezza esterna al Vaticano sarà delimitata da via della Conciliazione, piazza Pio XII, largo degli Alicorni, via Paolo VI, largo e via di Porta Cavalleggeri, la galleria Pasa e i tratti iniziali di via Aurelia, via delle Fornaci e via della Stazione Vaticana.

Sul versante del trasporto pubblico, il piano prevede la limitazione per due linee tram, 3 e 19, con l’attivazione della navetta-bus 19 da piazza Galeno verso viale delle Belle Arti e piazza Risorgimento. E ancora la deviazione delle linee 52, 168, 223, 910, n10 e n11. 

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus