Me

Lidl licenzia i dipendenti che chiusero due rom in un gabbiotto dei rifiuti

Il fatto risale al mese di febbraio quando i due dipendenti filmarono le donne che frugavano nella spazzatura del supermercato a Follonica

Immagine di copertina

Sono stati licenziati i due dipendenti che avevano rinchiuso in un gabbiotto due donne rom che stavano rovistando nella spazzatura del supermercato Lidl di Follonica, in provincia di Grosseto. La scena era stata diffusa su Facebook con un video in cui le due donne gridavano per essere liberate.

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Subito dopo il fatto, che risale al mese di febbraio, i due uomini di 35 e 25 anni erano stati sospesi a seguito di un procedimento disciplinare. In seguito al licenziamento non potranno più lavorare per la società.

La diffusione del video online aveva causato molte polemiche dato che in pochi minuti divenne virale. Il leader della Lega Nord Matteo Salvini aveva difeso i responsabili dell’accaduto: “Io sto con i LAVORATORI (a cui offriamo sostegno legale) e non con le #ROM “FRUGATRICI. Ma quanto urla questa disgraziata??? #Lidl #ruspa”, aveva scritto su Twitter.

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata