Me
Gli Stati Uniti posizionano un sistema anti-missili in Corea del Sud
Condividi su:

Gli Stati Uniti posizionano un sistema anti-missili in Corea del Sud

Il sito scelto per il Thaad è a 250 chilometri a sud della capitale Seoul e servirà a contrastare la minaccia nucleare rappresentata da Pyongyang

26 Apr. 2017

Gli Stati Uniti stanno posizionando il sistema di difesa anti-missili Terminal High Altitude Area Defense (Thaad) in Corea del Sud. L’operazione militare, cominciata il 26 aprile, ha suscitato proteste tra gli abitanti locali e critiche da parte della Cina. 

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Il dislocamento di questo sistema di difesa è stato comunicato dal ministro della Difesa sudcoreano che ha parlato di un sito a 250 chilometri a sud di Seoul. “La Corea del Sud e gli Stati Uniti stanno lavorando per assicurare l’operatività del sistema Thaad in risposta alla minaccia nucleare e missilistica della Corea del Nord”, si legge in un comunicato del ministero. Inizialmente l’entrata in attività del Thaad era prevista per la fine del 2017.

Dal punto di vista della Cina, questa operazione è un danno alla sicurezza a causa del controllo radar che potrà essere stabilito sul suo territorio. “La Cina chiede agli Stati Uniti e alla Corea del Sud di ritirare i sistemi militari e di bloccare le azioni che peggiorano tensioni nella regione e danneggiano gli interessi strategici della Cina”, ha detto il portavoce del ministero degli Esteri cinese Geng Shuang.

La posizione della Cina rispetto alla Corea del Nord è stata al centro di diversi confronti internazionali. Il presidente Trump aveva dichiarato di essere pronto all’azione militare contro Pyongyang con o senza il sostegno della Cina che invece preferisce una soluzione pacifica alla crisi coreana.

Le proteste contro il Thaad hanno coinvolto circa 200 manifestanti che si sono scontrati anche con la polizia. Negli scontri dieci manifestanti sono rimasti feriti.

Il sistema di difesa missilistico non rappresenta comunque l’unica azione militare condotta dagli Stati Uniti nell’area. Dopo una prima erronea comunicazione a riguardo, anche la portaerei Carl Vinson si dirigerà verso le acque della penisola coreana.

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus