Me
Fratelli ieri e oggi, le foto che mostrano come si cresce e si cambia insieme
Condividi su:

Fratelli ieri e oggi, le foto che mostrano come si cresce e si cambia insieme

La galleria ricreata da alcuni utenti che hanno voluto riprodurre oggi le foto di quando, piccoli e terribili, giocavano con il loro fratelli. I risultati sono esilaranti

22 Apr. 2017

Chi ha un fratello ricorderà benissimo cosa vuol dire crescere tra giochi, dispetti, risa, litigi, sorrisi e momenti di grande divertimento.

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Un fratello non lo scegli, lo ritrovi nella tua vita e sai che sarà per sempre, ti accompagnerà nelle gioie e nei dolori e sarà la tua spalla, il tuo complice. Avere un fratello o una sorella significa avere qualcuno su cui contare, qualcuno che ti copre con i genitori quando hai mentito per saltare scuola o per andare ad un concerto cui non ti era permesso.

Un fratello è quello che ti viene a riprendere se resti in panne con l’auto nel bel mezzo della notte, o se, dopo una notte di bagordi, non ricordi la via di casa. 

Un fratello e colui con il quale hai fatto impazzire i tuoi genitori, hai rotto gli oggetti più preziosi in casa mentre ci si rincorre sfrenati. Un fratello è ieri e un fratello è oggi. Un fratello è quello che ti accompagnerà all’altare, o piangerà con te durante l’emozione di una nuova vita che viene al mondo.

Ecco una simpatia galleria ricreata da alcuni utenti sul web che hanno voluto riprodurre oggi le foto di quando, piccoli e terribili, giocavano con i loro fratelli. I risultati sono esilaranti.

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus