Me

Pence avverte la Corea del Nord: “La pazienza strategica degli Stati Uniti è finita”

Il vicepresidente statunitense in visita a Seoul ha ribadito al regime di Pyongyang l'intenzione di intervenire militarmente in caso di emergenza

Immagine di copertina

Il vicepresidente degli Stati Uniti Mike Pence il 17 aprile ha chiesto alla Corea del Nord di non provocare la reazione statunitense: “L’era della pazienza strategica si è conclusa”, ha detto in riferimento ai test balistici e nucleari che Pyongyang ha realizzato fino ad ora.

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come.

Pence si trova in Corea del Sud per l’inizio della visita in Asia e ha deciso di dimostrare il sostegno degli Stati Uniti a Seoul. Ha ribadito che tutte le opzioni sono in campo e non ha escluso il ricorso a un intervento militare per contrastare la minaccia nordcoreana. 

Il vicepresidente statunitense ha invitato la Cina a usare le sue leve per fare pressioni sul regime di Kim Jong-un allo scopo di mettere fine ai programmi missilistici e nucleari.

La visita di Pence in Corea del Sud arriva il giorno dopo il fallimento di un test missilistico. Secondo alcune indiscrezioni l’operazione militare sarebbe fallita a seguito di un intervento di hackeraggio ordinato dagli Stati Uniti e un conseguente innalzamento della tensione tra Washington e Pyongyang.

Il 18 aprile è in programma la visita di Pence in Giappone, l’altro alleato degli Stati Uniti per la questione coreana.

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.