Me

La ragazza che canta Hallelujah sfruttando l’eco del pozzo di Spoleto

La 17enne del Kansas, in gita scolastica nella città umbra, ha voluto riproporre la melodia di Leonard Cohen usando la cisterna come amplificatore naturale

Immagine di copertina

I versi di Hallelujah, una delle melodie più celebri del cantautore canadese Leonard Cohen scomparso il 7 novembre 2016, sono riecheggiati in un pozzo nei pressi di Spoleto, città dell’Umbria. A interpretarli è stata Tiffany Day Sung, una ragazza del Kansas di 17 anni, in gita scolastica in Italia con la sua classe di un liceo americano.

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Ripresa con uno smartphone, Tiffany e alcune sue compagne si appostano sulla grata del pozzo. La 17enne incomincia così a intonare la canzone di Cohen che vibra e riecheggia fra le pareti della profonda cisterna, sfruttata come una sorta di amplificatore naturale. 

Il risultato è stupefacente. Il filmato dell’esibizione è stato caricato sui social media dalla stessa Tiffany e in poche ore ha fatto il giro della rete conquistando 24milioni di visualizzazioni e migliaia di retweet.

(Qui sotto l’interpretazione di Tiffany Day Sung)

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata