Me

Il Consiglio dei ministri ha dato il via libera al decreto legge per l’abolizione dei voucher

“L'Italia non aveva bisogno nei prossimi mesi di una campagna elettorale su questi temi”, ha detto il presidente del Consiglio Gentiloni

Immagine di copertina

Il Consiglio dei ministri ha dato il via libera al decreto legge per l’abolizione dei voucher venerdì 17 marzo.

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Giovedì 16 marzo la commissione Lavoro della Camera ha approvato il testo per l’abolizione dei buoni lavoro. 

Questa decisione, secondo quanto spiegato dal presidente del Consiglio Paolo Gentiloni in conferenza stampa, è stata presa “nella consapevolezza che l’Italia non aveva bisogno nei prossimi mesi di una campagna elettorale su temi come questi”.

“Avevamo una risposta sbagliata a un’esigenza giusta”, ha dichiarato Gentiloni in conferenza stampa. “La decisione presa dal governo oggi libera il tavolo da una discussione ideologica che non ci avrebbe aiutato, ma conferma il nostro impegno per riformare il mondo del lavoro”. 

I voucher già acquistati possono essere utilizzati fino al 31 dicembre 2017, secondo quanto spiegato dal ministro del Lavoro Giuliano Poletti.

Anche sulla responsabilità solidale negli appalti il governo è intervenuto come richiesto dal presidente della commissione Lavoro della Camera, Cesare Damiano, che aveva sollecitato un provvedimento dell’esecutivo.

Poletti ha spiegato che sulla responsabilità solidale negli appalti “abbiamo utilizzato sostanzialmente gli elementi presenti nel quesito referendario”, ne è stato “colto l’impianto”. Il ministro del Lavoro ha sottolineato che “non si introduce una cosa radicalmente innovativa ma si riporta alla sua origine”.

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata