Me

Un sedicenne si è ucciso durante una perquisizione nella sua casa vicino Genova

La vicenda è avvenuta a Lavagna, durante un controllo nell'abitazione del ragazzo che aveva confessato di possedere una piccola quantità di droga leggera

Immagine di copertina

Un sedicenne si è tolto la vita nel corso di una perquisizione della Guardia di Finanza nella sua abitazione a Lavagna, vicino Genova, il 13 febbraio 2017. 

Secondo quanto riportato dal quotidiano Il Secolo XIX la perquisizione è scaturita da un precedente controllo degli agenti nella scuola del ragazzo. Dopo essere stato fermato vicino all’istituto, il giovane aveva confessato ai militari di possedere una piccola quantità di droga leggera.

Durante la perquisizione, cui stava assistendo la madre, lo studente si è gettato dal balcone al terzo piano della palazzina in piazza Torino. Nessuno dei presenti si è reso conto delle sue intenzioni ed è riuscito a intervenire.

Soccorso mentre era ancora in vita, lo studente è morto durante il trasferimento in elicottero al pronto soccorso del San Martino di Genova.

**Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.**