Me

Salvatore Romeo indagato per concorso in abuso d’ufficio

L'ex segretario politico della sindaca di Roma Virginia Raggi sarà ascoltato oggi dai magistrati romani

Immagine di copertina

Salvatore Romeo, ex capo della segreteria politica della sindaca di Roma Virginia Raggi, è indagato per concorso in abuso d’ufficio per l’affaire che riguarda le nomine da parte della prima cittadina della capitale.

Romeo, che verrà ascoltato dai magistrati martedì 7 febbraio, ottenne una promozione passando da funzionario a dirigente, ovvero da uno stipendio di 39mila euro l’anno a uno di 110mila, poi ridotto a 93mila.

Ma potrebbe anche essere coinvolto nell’assunzione di Renato Marra, di professione vigile urbano e fratello dell’ex capo del personale capitolino già agli arresti per corruzione.

Il procuratore aggiunto Paolo Ielo e il sostituto procuratore Francesco Dall’Olio non hanno voluto rendere pubblica la contestazione specifica. Appare chiaro però che tra i correi figuri la stessa sindaca Raggi.

Romeo potrebbe anche essere sentito sulla questione delle polizze, di cui i magistrati avevano chiesto conto anche durante l’interrogatorio alla prima cittadina di Roma il 2 febbraio.

Il leader del Movimento cinque stelle Beppe Grillo difende Raggi dal suo blog, elencando i suoi 43 successi nei primi sette mesi di amministrazione capitolina.

**Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.**