Me

Cosa succede oggi nel mondo

La battaglia sul provvedimento di Trump, la visita di Netanyahu a Londra, il messaggio del Papa

Immagine di copertina

Stati Uniti: una Corte d’appello federale ha respinto il riscorso voluto dal presidente Donald Trump per rendere di nuovo esecutivo il controverso provvedimento sui migranti. Il divieto rimane “congelato” in attesa di nuovi sviluppi giudiziari e non è escluso che l’amministrazione porti la questione davanti alla Corte Suprema. Intanto per i diretti interessati le frontiere si aprono e chiudono a singhiozzo. 

Francia: Marine Le Pen ha lanciato la propria campagna per le presidenziali promettendo di portare la Francia fuori dall’euro, fuori dall’Ue e fuori dalla Nato; di imporre tasse ai lavoratori stranieri e implementare politiche protezioniste; ma anche di tornare a imporre limiti severi all’immigrazione per combattere globalizzazione e fondamentalismo islamico. Intanto aumenta la pressione su Francois Fillon perché abbandoni la corsa all’Eliseo in seguito all’esplosione del “Penelopegate”.

Romania: i decreti legge che, secondo le opposizioni, renderebbero più difficile perseguire casi di corruzione sono stati ritirati. Ma le piazze non si svuotano: il premier Grindeanu rifiuta di dimettersi.

Germania: nonostante la competizione interna di chi le critica un approccio alla questione migranti troppo aperto, Angela Merkel verrà a breve nominata leader dei cristiano-democratici. Il candidato dei social-democratici Martin Schulz cercherà di sottrarle la cancelleria alle prossime elezioni federali. 

Siria: esperti russi, turchi, iraniani e della Nazioni Uniti cominciano un incontro tecnico ad Astana, in Kazakistan per discutere i dettagli dell’accordo di cessate il fuoco in Siria.

Regno Unito: è in arrivo a Londra il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu che vuole sensibilizzare il Regno sulla minaccia iraniana. Dichiarato avversario dell’accordo sul nucleare voluto dagli Stati Uniti con Teheran, Netanyahu è fiducioso di poter aprire i giochi adesso che l’inquilino della Casa Bianca è Donal Trump.

Australia: le autorità australiane hanno sequestrano 1,4 tonnellate di cocaina per un valore di 239,5 milioni di dollari trovate a bordo di uno yacht.

Regno Unito: la regina Elisabetta festeggia il 65esimo anno di regno con un intervento pubblico a Londra. 

Vaticano: il Papa ha mandato un messaggio in occasione del Super Bowl, la finale di football americano che si è svolta ieri. Nell’inaspettato video di 45 secondi Francesco ha detto che lo sport fa crescere nel rispetto delle regole e favorisce una cultura di incontro. 

Europa: ministri della Difesa dei paesi del sud Europa si incontrato per parlare di Nato.

Italia: secondo i dati sui quotidiani italiani resi noti da “Prima Comunicazione” soltanto 13 giornali su 60 vedono il numero delle proprie copie vendute crescere piuttosto che diminuire. Pecora bianca il Corriere della Sera, che con una crescita del 2,06 per cento si conferma il primo quotidiano italiano.

Economia: Bce, audizione Draghi in commissione Affari economici del Parlamento europeo. 

Unione europea: Consiglio dei ministri degli Esteri su Libia, Ucraina, Egitto, Medio Oriente. 

Belgio: il primo ministro belga Charles Michel è in visita in Israele e nei territori palestinesi per tre giorni (fino all’8 febbraio).

**Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.**