Me

La mappa dei paesi dove è più pericoloso viaggiare

I paesi più rischiosi per i viaggiatori nel 2017 sono Siria, Afghanistan, Yemen, Libia, Darfur, Somalia e Sud Sudan. La cartina di International Sos e Control Risks

Immagine di copertina

Prima di pianificare una vacanza all’estero può essere utile consultare la mappa realizzata dalle aziende di sicurezza International Sos Control Risks per il 2017, che individua i livelli di rischio per i viaggiatori sulla base del paese prescelto.

La diffusione del virus Zika e il terrorismo internazionale hanno portato il 72 per cento delle persone a credere che i rischi che si corrono con i viaggi saranno più alti nel 2017 rispetto al 2016. I turisti sono pessimisti anche per gli anni a venire dal momento che il 57 per cento di loro ritiene che il 2018 sarà peggiore del 2017.

La mappa è stata pubblicata insieme al sondaggio Ipsos Mori, che offre uno sguardo sulle esperienze dei viaggiatori di tutto il mondo. La ricerca svela che i potenziali attacchi terroristici dominano le preoccupazioni viaggiatori (51 per cento) e subito dopo viene il timore di disordini civili (con il 36 per cento).

Ma in realtà i rischi più grandi sono quelli che derivano dalla microcriminalità e scarsa sicurezza nelle strade.

Secondo la ricerca di quest’anno, i paesi più pericolosi sono Siria, Afghanistan, Yemen, Libia, Darfur, Somalia e Sud Sudan, ma anche le regioni di Timbuktu e Kidal nel Mali. I paesi ritenuti più sicuri sono invece Norvegia, Svezia, Finlandia, Islanda, Danimarca, Svizzera e Slovenia.

La mappa indica attraverso i colori – dal verde al rosso scuro – i paesi con il minor o maggior rischio per i viaggiatori.

Qui sotto la Travel Risk Map per il 2017: