Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

Me

Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

Cosa succede oggi nel mondo

Tutto quello che c'è da sapere per la giornata del 3 novembre 2016

Immagine di copertina

Italia: nuova scossa di terremoto di magnitudo 4.8 avvenuta all’1:35 con epicentro a Pieve Torina, nel Maceratese. Dalla mezzanotte sono state oltre 75 le scosse nel Centro Italia. Oggi la presidente della Camera Laura Boldrini in visita nelle Marche e in Umbria.

Iraq: messaggio audio di al-Baghdadi, dopo quasi un anno di silenzio: il leader dell’Isis incita i combattenti di Mosul e chiede attacchi in Arabia Saudita e Turchia. Il ‘califfo’ sarebbe proprio nell’ultimo bastione iracheno, con l’esercito che avanza. Se lo uccidiamo l’Isis è finito, dicono i curdi. Quasi 18mila gli sfollati, metà dei quali minorenni.

Siria: la Russia e l’esercito siriano hanno chiesto ai ribelli di lasciare Aleppo entro venerdì. Sarà permesso loro di abbandonare la città armati attraverso due corridoi. Altri sei corridoi umanitari saranno aperti per i civili feriti e malati intrappolati nella città. I ribelli hanno rifiutato l’offerta.

Spagna: il primo ministro Mariano Rajoy dovrebbe nominare oggi il gabinetto di governo.

Grecia: i leader europei e della penisola araba si incontrano ad Atene per discutere del processo di pace in medioriente, del ruolo dell’Unione europea e della crisi dei migranti.

Stati Uniti: Obama rompe il silenzio e scende in campo a difesa di Hillary Clinton, criticando il capo dell’Fbi sulla nuova inchiesta e-mail. E attacca Trump: “Il destino del mondo traballa, è nelle mani degli elettori americani”.

– È stato arrestato l’uomo sospettato di aver ucciso in due distinti agguati due poliziotti a Des Moines, in Iowa. Si chiama Scott Green ed è un americano bianco di 46 anni. Il motivo dell’attacco non è stato ancora chiarito.

Pakistan: Almeno diciassette persone sono morte oggi in Pakistan ed altre 40 sono rimaste ferite quando due treni per il trasporto di passeggeri si sono scontrati a Karachi, nel sud del paese. Secondo le prime informazioni disponibili, l’incidente è avvenuto all’interno della città e i due treni si sono trovati per cause imprecisate sullo stesso binario.