Me
É stato attaccato un oleodotto dell’Eni in Nigeria
Condividi su:

É stato attaccato un oleodotto dell’Eni in Nigeria

C’è stato uno scontro a fuoco con le forze di sicurezza che hanno respinto gli assalitori

08 Lug. 2016

Un gruppo di criminali locali ha attaccato un oleodotto dell’Eni in Nigeria, nella regione del Delta del Niger nel sud del paese, dove la compagnia petrolifera italiana ha alcune piattaforme e impianti petroliferi.

A dare la notizia è stato un portavoce delle forze di sicurezza nigeriane, che presidiano l’impianto: “C’è stata un’esplosione e i miei uomini hanno risposto al fuoco e hanno respinto l’assalto”.

Ancora nessuna conferma ufficiale dall’Eni.

Alcuni giorni fa, sempre nella zona del Delta del Niger tre dipendenti locali di un’altra struttura gestita dell’Eni erano stati uccisi in un’imboscata mentre stavano lavorando per sistemare alcune tubature danneggiate alcune settimane prima.

Gli attacchi agli oleodotti e agli impianti petroliferi nel sud della Nigeria sono aumentati negli ultimi mesi, soprattutto per mano di un nuovo gruppo che si autodefinisce ‘I vendicatori del Delta del Niger’, e chiede maggiore autonomia dalla multinazionali straniere e più investimenti.

LEGGI ANCHE: L’UOMO CHE VOLEVA DIFENDERE LA NIGERIA DALLE MULTINAZIONALI DEL PETROLIO

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus