Me
Le tracce della seconda prova di maturità 2016
Condividi su:

Le tracce della seconda prova di maturità 2016

Una versione del greco Isocrate per il Liceo Classico, matematica per lo Scientifico sono le prove che mezzo milione di studenti sta affrontando in queste ore

23 Giu. 2016

Si svolge questa mattina, 23 giugno 2016, la seconda prova di maturità per circa mezzo milione di studenti italiani al loro ultimo anno di scuola superiore. La prova di oggi è quella di matematica per i licei scientifici, di greco per i licei classici, oltre a una serie di materie scelte a gennaio scorso che varieranno per ogni tipologia di scuola superiore, dagli Istituti professionali agli Istituti tecnici per il turismo, dal liceo linguistico al liceo musicale.

La prova ha avuto il via alle 8.30 in tutte le scuole d’Italia, e per quanto riguarda il liceo classico, la traccia proposta dal ministero dell’Istruzione è una versione del greco Isocrate, tratta dall’orazione Areopagitico.

Il titolo è Vivere secondo giustizia non solo è corretto, ma anche conveniente per il presente e per il futuro, e nel brano l’autore esorta a vivere secondo la giustizia e a non cadere nella tentazione di violare le regole imposte dalla società, perché dopo un apparente vantaggio si finirà comunque per pentirsene.

Era dal 1958 che il retore ateniese non compariva tra le versioni proposte agli studenti del classico per la maturità.

Da quanto è emerso finora, il compito di matematica proposto ai licei scientifici chiede invece ai maturandi di svolgere dei calcoli legati a un tubo di gasolio da riscaldamento per un piccolo condomino. 

Le commissioni coinvolte nella maturità 2016 sono 12.554 ed esamineranno 24.991 classi. I candidati iscritti all’esame sono 503.452, di cui 487.476 interni e 15.976 esterni. Secondo le prime rilevazioni del Miur, il tasso di ammissione è del 96%.

Dopo la prima prova (svoltasi ieri 22 giugno) e ora la seconda prova, agli studenti rimane solo la terza prova, diversa per ciascuna commissione e programmata per lunedì 27 giugno alle 8.30. Finiti gli scritti, si passerà all’esame finale orale.

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus