Me

Cosa è successo il 14 giugno nel mondo

Un riassunto semplice e chiaro di quello che è successo oggi nel mondo

Immagine di copertina

Francia: un poliziotto, Jean-Baptiste Salvint, e la sua compagna sono stati uccisi da un uomo, il 25enne Larossi Abballa, che aveva giurato fedeltà all’Isis ed era già noto alle autorità francesi per i suoi contatti con jihadisti pakistani. Il poliziotto è stato trovato morto fuori dalla sua casa a Magnanville, nei pressi di Parigi, mentre la compagna all’interno. Il figlio di tre anni della coppia è illeso. L’aggressore è stato ucciso dalle forze dell’ordine dopo che sono falliti i negoziati perché si consegnasse.

Migliaia di persone sono arrivate a Parigi per partecipare al grande corteo di protesta contro la riforma del lavoro del governo. Durante la manifestazione gruppi di giovani con il volto coperto hanno rotto finestre e vetrine e lanciato sassi contro la polizia che ha risposto con i lacrimogeni. Almeno 13 persone sono state arrestate, mentre a 130 era stato vietato di partecipare all’evento. Intanto, le forze dell’ordine francesi sono impegnate per garantire la sicurezza agli Europei di calcio in corso fino al 10 luglio e resta massima l’allerta terrorismo.

in seguito agli incidenti di Marsiglia in cui sono stati coinvolti i tifosi russi, il Uefa ha deciso di multare la federazione russa per 150mila euro. Inoltre, se i sostenitori della nazionale russa dovessero essere coinvolti in altri episodi di violenza all’interno degli stadi durante una partita della loro rappresentativa agli Europei, la squadra verrà automaticamente squalificata.

– Filippine: le autorità delle Filippine hanno confermato che il gruppo estremista Abu Sayyaf ha giustiziato un cittadino canadese preso in ostaggio nove mesi fa. Robert Hall era stato rapito da un resort di lusso insieme a un connazionale, a un cittadino norvegese e a una donna filippina. L’altro ostaggio canadese, John Risdel, era stato ucciso in aprile dopo che era scaduto l’ultimatum per il pagamento del suo riscatto. Entrambi gli uomini sono stati decapitati.

– Europa: i bambini migranti che affrontano il pericoloso viaggio verso l’Europa, spesso da soli, per fuggire da guerra e povertà rischiano di essere picchiati, violentati e costretti al lavoro minorile, oltre che di affogare nel Mediterraneo. È quanto rileva l’Unicef nel suo ultimo rapporto Danger Every Step of the Way. Inoltre, le autorità di alcuni paesi di accoglienza impiegano sino a due anni per valutare le richieste di asilo dei minori e le procedure per la riunificazione familiare possono essere altrettanto lente. Alcuni migranti sono stati vittima di attacchi xenofobi, discorsi di incitamento all’odio e stigmatizzazione. L’Unicef riporta 45 casi di incendi dolosi appiccati a ricoveri per rifugiati in Germania durante la prima metà dell’anno.

– Italia: lunedì 13 giugno sono stati assegnati a New York i premi della rivista britannica Restaurant, che dal 2002 pubblica la classifica dei 50 ristoranti migliori del mondo, e in testa si è piazzato un italiano: Massimo Bottura e la sua Osteria Francescana di Modena. “Le ambiziose creazioni dello chef conciliano perfettamente l’esigenza di onorare il patrimonio della tradizione e allo stesso tempo abbracciare la modernità”, hanno dichiarato gli organizzatori del premio motivando la scelta dello chef italiano, già titolare di tre stelle Michelin. E se vi viene voglia di curiosare nel suo menù, lo trovate qui.