Me

Cosa succede oggi nel mondo

Tutti i fatti da sapere per la giornata di oggi

Immagine di copertina

Italia: La Corte Suprema indiana darà immediatamente seguito alla decisione del Tribunale arbitrale internazionale dell’Aja di far rientrare in Italia il marò Salvatore Girone, che rimarrà in patria per tutta la durata del procedimento arbitrale. 

– Giappone: inizia oggi il G7 in Giappone. Il primo ministro giapponese Shinzo Abe inaugurerà il summit con una visita insieme agli altri leader a un importante tempio scintoista. Il vertice si occuperà di rifugiati e delle mire espansionistiche della Cina. 

– Francia: continuano gli scioperi contro la riforma del lavoro, che nei giorni scorsi hanno bloccato le raffinerie di petrolio. Anche i lavoratori delle centrali nucleari hanno aderito allo sciopero. 

– Regno Unito: funzionari e diplomatici europei hanno avviato una serie di discussioni confidenziali per stabilire una risposta comune ad un possibile voto favorevole alla Brexit al referendum di giugno.

– Stati Uniti: undici stati hanno fatto ricorso alla decisione dell’amministrazione Obama sull’uso dei bagni per i transgender. Il ministero dell’istruzione aveva stabilito che le persone transgender avrebbero potuto utilizzare i bagni corrispondenti non necessariamente al loro sesso biologico. 

– Ucraina: la pilota Nadiya Savchenko, scagionata ieri dopo uno scambio di prigionieri con la Russia, in carcere dal 2014 con l’accusa di aver ucciso due giornalisti russi, è tornata in Ucraina. In patria è considerata un’eroina nazionale, simbolo della resistenza contro Mosca. 

– Stati Uniti: un uomo è stato ucciso e altri tre feriti in una sparatoria a Irving Plaza, vicino Union Square, a New York, durante una performance musicale hip hop. Non sono chiare le cause del gesto.

– Indonesia: il paese ha approvato la pena di morte e la castrazione chimica per i responsabili di stupro e violenza ai danni dei minori. 

– Cile: è in corso nel paese una protesta degli studenti contro la riforma della scuola portata avanti dal governo della presidente Michelle Bachelet.