Me

Cosa succede oggi nel mondo

Tutti i fatti da sapere per la giornata di oggi

Immagine di copertina

Grecia: è iniziato questa mattina lo sgombero del campo profughi di Idomeni, al confine con la Macedonia. I migranti, almeno diecimila, dovrebbero essere trasferiti nei campi ufficiali. Ai giornalisti non sarà permesso assistere alle operazioni di sgombero. 

– Iraq: continua l’offensiva dell’esercito iracheno contro il sedicente Stato islamico per la riconquista di Falluja, come annunciato dal presidente Haider al Abadi. 

– Turchia: il primo ministro nominato, Binali Yildirim, potrebbe rendere nota la lista dei ministri del suo governo, da presentare al presidente Erdogan, già oggi. 

– Egitto: il procuratore generale egiziano ha formalmente chiesto a Francia e Grecia l’accesso ai dati dell’aereo Egyptair precipitato nel Mediterraneo. I resti delle vittime arriveranno al Cairo per l’esame del Dna.

– Brasile: il ministro Romero Juca del governo ad interim brasiliano si è dimesso dopo che sono state rese note delle intercettazioni in cui diceva che era necessario mettere in stato di accusa la presidente Rousseff per ostacolare le indagini sul grosso caso di corruzione Petrobras. 

– Kenya: una persona è morta durante le proteste dell’opposizione nella città di Kisumu. Le proteste vanno avanti da settimane e chiedono le dimissioni della commissione elettorale in vista delle prossime elezioni. La polizia, accusata spesso di violenze, ha negato che l’uomo sia stato colpito da un’arma da fuoco. 

– Francia: in varie città del paese i benzinai protestano contro la riforma del lavoro. Questa mattina la polizia ha disperso con gas lacrimogeni e cannoni ad acqua alcuni manifestanti che protestavano davanti la raffineria di Fos-sur-Mer. 

– Turchia: prosegue per il secondo ed ultimo giorno il World Humanitarian Summit a Istanbul, che riunisce politici di tutto il mondo per discutere di emergenze umanitarie, conflitti in corso e cambiamento climatico. 

– Giappone: i leader del G7 stanno arrivando a Tokyo per il summit in programma per il 26 e 27 maggio. Barack Obama arriverà dopo aver fatto tappa in Vietnam, dove ha annunciato la fine dell’embargo alla vendita di armi.