Me
Uno studente si è suicidato sparandosi all’ingresso dell’Università di Roma Tre
Condividi su:

Uno studente si è suicidato sparandosi all’ingresso dell’Università di Roma Tre

Il giovane si è ucciso con una pistola all'ingresso della facoltà di Ingegneria dell'università romana

19 Apr. 2016

Intorno alle ore 13 di oggi 19 aprile uno studente si è ucciso sparandosi un colpo di pistola alla testa all’ingresso della facoltà di Ingegneria dell’Università di Roma Tre. 

Il ragazzo aveva 26 anni, ed era uno studente di Ingegneria meccanica originario di Potenza. Diversi testimoni erano presenti durante il suo gesto.

Pare inoltre che il ragazzo sia morto sul colpo, e che sia stato trovato con la pistola ancora in mano.

Uno studente che ha assistito alla vicenda è stato trasportato all’ospedale Sant’Eugenio in stato di shock.

In Via della Vasca Navale, dove ha sede la facoltà di Ingegneria, sono arrivate volanti della polizia e il 118, ma per il giovane non c’è stato nulla da fare.

L’entrata principale dell’università è stata chiusa, l’area isolata dai nastri della polizia. All’arrivo di agenti e medici, tutti i presenti sono stati allontanati. L’incidente è avvenuto a ridosso del cortile principale.

Secondo la polizia il ragazzo era regolare detentore di un’arma da fuoco per il poligono, ma non era autorizzato a portarla con sé in altri luoghi. Le forze del’ordine stanno svolgendo verifiche presso l’abitazione della vittima per capire se era in possesso di altre armi da fuoco.

Le lezioni all’interno della facoltà sono state interrotte.

Carlos Temo, studente angolano di 23 anni e a Roma da due, ha dichiarato a TPI di aver incontrato la vittima questa mattina. Secondo Temo, il ragazzo avrebbe lamentato diverse difficoltà nello studio e nell’andamento dei suoi esami.

Giulio Gambino di TPI, sul luogo del suicidio poco dopo l’accaduto, ha inviato la seguente testimonianza:

“Mi trovo all’università di Roma Tre, Facoltà di Ingegneria, dove uno studente di 26 anni di ingegneria meccanica si è suicidato sparandosi un colpo d’arma da fuoco. Non è chiaro come mai avesse una pistola con sé. Personale dell’Università ha confermato che non ci sono metal detector all’ingresso. Lo studente si è ucciso di fronte all’entrata in via della Vasca Navale.

L’area è stata recintata e messa in sicurezza dagli agenti di polizia accorsi dopo l’incidente. Un agente di vigilanza mi ha detto che il ragazzo si è sparato e che si trova ancora sul posto dove si è ucciso, come ho tristemente potuto constatare con i miei occhi. Non è ancora nota l’identità.

Alcuni ragazzi di ingegneria meccanica sono radunati di fronte all’entrata dell’Università. Gli inquirenti dovrebbero rilasciare una dichiarazione a breve così come il direttore del dipartimento”.

La facoltà di Ingegneria dell’Università di Roma Tre si trova in via della Vasca Navale, nella zona del Valco San Paolo, a pochi passi dall’omonima basilica. L’Università di Roma Tre è stata fondata nel 1992 e conta oltre 35mila studenti.

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus