Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

Me

Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

L’Italia consente ai droni degli Stati Uniti di decollare dalla Sicilia per colpire l’Isis in Libia

I droni, che potranno condurre unicamente missioni difensive, verranno impiegati anche nel resto del Nord Africa. È un punto di svolta?

Immagine di copertina

Da gennaio del 2016 il governo italiano avrebbe gradualmente cominciato a permettere ai droni militari americani di decollare da una propria base aerea, in Sicilia, al fine di condurre operazioni militari contro l’Isis in Libia e nel resto del Nord Africa.

Si tratta di una svolta per gli Stati Uniti dopo un anno di negoziazioni, volte a incrementare il coinvolgimento degli alleati nella campagna internazionale contro l’Isis. 

A renderlo noto è il Wall Street Journal, citando fonti diplomatiche e militari statunitensi, precisando che le autorità italiane hanno posto una condizione: i droni potranno compiere unicamente missioni difensive.

UN INTERVENTO MILITARE ITALIANO IN LIBIA È POSSIBILE? L’ANALISI DI ARTURO VARVELLI