Me
Cosa è successo il 9 febbraio nel mondo
Condividi su:

Cosa è successo il 9 febbraio nel mondo

Un riassunto semplice e chiaro di quello che è successo oggi nel mondo

09 Feb. 2016

Italia: il Museo Egizio di Torino ha annunciato che intitolerà una delle sue sale a Giulio Regeni, il giovane dottorando italiano sequestrato, torturato e assassinato al Cairo, capitale egiziana. La sala dedicata a Regeni sarà quella storica di Deir El Medina, che ospita tra gli altri un papiro dove si fa menzione del primo sciopero delle maestranze non pagate di cui si abbia notizia.

Germania: due treni per il trasporto di passeggeri si sono scontrati frontalmente nei pressi della città termale di Bad Aibiling, in Baviera, nel sud della Germania. Il bilancio è di dieci vittime e più di cento feriti.

Stati Uniti: la modella Emily Ratajkowski è intervenuta in un evento a sostegno del candidato alle primarie dei democratici Bernie Sanders. Già prima del voto in Iowa aveva dato il proprio sostegno al senatore del Vermont. Oggi si vota per le primarie in New Hampshire.

Siria: un attentatore dell’Isis si è fatto esplodere a bordo di un’automobile davanti a un club della polizia a Damasco. Non è chiaro quante persone siano rimaste uccise nell’attacco.

Sicurezza informatica: dopo il caso Regeni, abbiamo riflettuto sui rischi talvolta mortali corsi da troppi freelance italiani e sull’importanza di adottare un semplice software in grado di minimizzare il rischio di essere intercettati. Per questo abbiamo creato a nostra volta un indirizzo mail crittografato che possa far sentire più al sicuro chi ci invia i propri pezzi da ogni parte del mondo.

Medici senza frontiere: un ospedale da campo nel distretto siriano di Daraa è stato colpito durante dei raid aerei sulla cittadina di Tafas, a 12 chilometri dal confine con la Giordania nella notte di venerdì 5 febbraio 2016. A renderlo noto martedì 9 febbraio è la stessa organizzazione medica internazionale sul suo sito.

Spagna: il ministro dell’Interno spagnolo ha reso noto che la polizia ha arrestato sette persone sospettate di avere legami con alcuni gruppi di militanti estremisti attivi in Siria e in Iraq. Avrebbero rifornito i miliziani di denaro, armi da fuoco, equipaggiamento informatico e materiale per produrre esplosivi.

Emirati Arabi Uniti: il primo ministro degli Emirati Arabi Uniti, lo sceicco Mohammed bin Rashid al-Maktoum – che è anche l’emiro di Dubai – ha annunciato la creazione di un ministero per la Felicità e uno per la Tolleranza.

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus