Me

Le notizie di oggi

Quello che dovete sapere per questa giornata

Immagine di copertina

Turchia: oggi si terrà una riunione della Nato a Bruxelles, convocata dalla Turchia in seguito all’intervento armato contro l‘Isis in Siria e contro i militanti del Partito dei lavoratori del Kurdistan (Pkk) nel nord dell’Iraq. Nella storia della Nato, è la quinta volta che uno Stato membro convoca un meeting d’emergenza. Durante l’incontro saranno discussi gli obbiettivi militari turchi e la possibile creazione di una zona al confine tra Siria e Turchia completamente libera dalle postazioni dell’Isis.  

Cina: la polizia cinese ha fatto un blitz in una fabbrica alla periferia di Pechino che, secondo le indagini, potrebbe aver prodotto fino a 41mila telefoni iPhones contraffatti, per un valore di oltre 17 milioni di euro. Nove persone sono state arrestate. Nella fabbrica, centinaia di lavoratori assemblavano i telefoni utilizzando materiali di seconda mano.

Stati Uniti: a partire dal 29 novembre, l’Agenzia di sicurezza nazionale statunitense non potrà più esaminare milioni di telefonate intercettate attraverso il controverso programma di spionaggio, rivelato dall’ex analista dell’agenzia Edward Snowden. Secondo quanto ha dichiarato l’amministrazione statunitense, i dati raccolti in passato saranno distrutti il prima possibile.  

– Corea del Sud: il primo ministro sudcoreano Hwang Kyo-ahn ha dichiarato la fine dell’epidemia di Mers (Sindrome Respiratoria del Medio Oriente), che negli ultimi mesi ha ucciso 36 persone nel Paese. Negli ultimi 23 giorni non ci sono stati nuovi contagi. Ha inoltre offerto le sue scuse per la risposta tardiva del governo nell’affrontare l’emergenza. L’organizzazione mondiale della sanità, tuttavia, non ha ancora dichiarato ufficialmente la fine dell’epidemia.

– Colombia: un team di esperti forensi ha ritrovato una fossa comune in una discarica alla periferia della città di Medellin, nel nord della Colombia, in cui potrebbero trovarsi i resti di 300 persone uccise dall’esercito colombiano e dai paramilitari nel 2002, durante una delle fasi più intense del conflitto colombiano. Potrebbe trattarsi della fosse comune più grande mai scoperta nel Paese.

– Cina: le borse cinesi continuano a registrare forti perdite, fino al -4,3 per cento. Il 27 luglio si è verificato il peggior crollo degli ultimi otto anni. La banca centrale cinese ha promesso nuova liquidità per le banche, per un valore di 50 miliardi di yuan, equivalenti a 7 miliardi di euro. 


– Yemen:
nonostante la tregua unilaterale dichiarata dalla coalizione guidata dall’Arabia Saudita e che sarebbe dovuta entrare in vigore il 27 luglio, continuano gli scontri in Yemen. La coalizione ha condotto dei raid aerei contro i ribelli houthi vicino alla base militare di al-Anad e il porto di Aden, nel sud del Paese. Negli scontri sono morti almeno 15 combattenti houthi


– Etiopia:
oggi il presidente statunitense incontrerà i 54 rappresentanti dei Paesi membri dell’Unione africana ad Addis Ababa, la capitale etiope. Barack Obama è il primo presidente a tenere un discorso davanti all’Unione africana. I temi trattati saranno la lotta contro il terrorismo e la sicurezza.  

Segui TPI su Twitter (@thepostint)

Iscriviti alla newsletter: http://goo.gl/w2kb5E