Me

Le notizie di oggi

Quello che dovete sapere per questa giornata

Immagine di copertina

Iran: è stato raggiunto uno storico accordo sul nucleare iraniano, secondo quanto riferisce Reuters. In cambio di limitazioni sul programma nucleare, le potenze mondiali rimuoveranno le sanzioni verso l’Iran. L’intesa è stata raggiunta dopo 20 mesi di difficili trattative tra il governo di Teheran e il gruppo dei 5+1 (composto dai cinque Paesi membri permanenti del Consiglio di sicurezza dell’Onu, ovvero Stati Uniti, Russia, Regno Unito, Francia e Cina, più la Germania).

– Grecia: il primo ministro greco Alexis Tsipras deve superare l’opposizione del parlamento greco alle proposte concordate il 13 luglio con i leader dell’Eurozona. In cambio di un prestito pari a 82 – 86 miliardi, Atene deve impegnarsi ad approvare una serie di riforme entro mercoledì 15 luglio, tra cui: liberalizzazioni nel mercato del lavoro, aumento dell’Iva, un programma di privatizzazioni e riforma delle pensioni, .

Alcuni ministri del suo stesso partito, Syriza, hanno dichiarato che voteranno contro le proposte dei creditori internazionali. Nel frattempo, la mattina del 14 luglio i ministri delle Finanze di tutti i 28 Paesi dell’Unione europea si riuniranno per discutere la situazione in Grecia.

Messico: il governo messicano ha offerto una ricompensa di circa 3,4 miliardi di euro per la cattura del narcotrafficante Joaquin Guzman, detto El Chapo, fuggito da una prigione di massima sicurezza lo scorso 12 luglio. Il ministro degli Interni Miguel Angel Osorio Chong ha dichiarato che alcuni ufficiali della prigione probabilmente hanno aiutato l’uomo a evadere. Il direttore e altri due ufficiali sono stati licenziati. Qui la storia della fuga del narcotrafficante più potente al mondo.

Stati Uniti: il divieto che impedisce ai transgender di prestare servizio militare negli Stati Uniti potrebbe essere rimosso. Secondo quanto riferisce Associated Press, il segretario della Difesa statunitense Ash Carter ha dichiarato che le norme attuali sono antiquate e ha annunciato un piano di sei mesi per valutare le possibili conseguenze della riforma e per facilitare la transizione.

Cina: nel nordest della Cina, nella città di Shenyang, la polizia ha sparato contro tre uomini armati di coltello, sospettati di essere terroristi uiguri, durante un raid in un appartamento. Le tensioni tra gli han – etnia a cui appartiene la maggior parte dei cinesi – e gli uiguri – minoranza musulmana e turcofona – si sono intensificate nell’ultimo mese. La Cina è stata accusata di persecuzioni e torture nei confronti degli uiguri da organizzazioni e attivisti per i diritti umani. Leggi anche: Chi sono gli uiguri?

In Cina inoltre negli ultimi giorni oltre cento avvocati e attivisti per i diritti umani sono stati arrestati dalla polizia cinese e accusati di far parte di una gang criminale. 

– Kuwait: il parlamento del Kuwait ha approvato una legge per rendere obbligatorio per tutti il test del Dna. Chi si rifiutasse, rischia una multa e fino a un anno in prigione. La misura di sicurezza è stata proposta in seguito all’attentato dello scorso 26 giugno in una moschea sciita a Kuwait City, in cui furono uccise 26 persone.

– Thailandia: due giornalisti sono sotto processo nell’isola di Phuket, nel sud della Thailandia, per aver diffamato la marina thailandese. Nel giugno del 2013, i giornalisti avevano pubblicato un articolo sul traffico di migranti Rohingya provenienti dal Myanmair, in cui sarebbero stati coinvolti anche ufficiali della marina militare del Paese.

– India: almeno 20 persone sono morte nella ressa di pellegrini sulla riva di un fiume sacro, nello stato di Andra Pradesh, nel sud del Paese, in occasione della festa religiosa di Maha Pushkaralu. La festa dura 12 giorni e si aspettano quasi 24 milioni di pellegrini, che si fanno il bagno nel fiume sacro per purificarsi dai propri peccati.

The Post Internazionale (@thepostint)

Iscriviti alla newsletter: http://goo.gl/w2kb5E