Me

Le notizie di oggi

Quello che dovete sapere per questa giornata

Immagine di copertina

Grecia: i ministri della Finanza dell’eurozona hanno escluso la possibilità di fornire ulteriori aiuti alla Grecia prima del referendum del 5 luglio, con cui i cittadini greci potranno accettare o rifiutare le proposte dei creditori. Qui il punto su su cosa sta succedendo in Grecia.

– Afganistan: una corte afghana ha annullato la condanna a morte per quattro degli uomini responsabili dell’uccisione di Farkhunda, una giovane donna di Kabul che a marzo fu lapidata, schiacciata da una macchina e poi bruciata. La donna era stata accusata di aver bruciato una copia del Corano.

– Egitto: Il governo egiziano ha detto che intensificherà la sua offensiva nella penisola del Sinai, contro l’Isis e i suoi gruppi affiliati. La dichiarazione arriva in seguito agli attentati del 1 luglio – in cui 70 miliziani di un gruppo armato fedele all’Isis hanno attaccato cinque posti di controllo dell’esercito egiziano nel Sinai – e dell’uccisione del procuratore generale Hisham Barakat, avvenuta al Cairo il 29 giugno.

– Honduras: la Corte suprema dell’Honduras ha ordinato l’arresto del vice-presidente del Congresso, Lena Gutierrez, e di altre 12 persone, in seguito a uno scandalo di corruzione. Gutierrez e alcuni membri della sua famiglia, tra cui suo padre e suo fratello, sono accusati di essersi appropriati in maniera illecita di fondi statali destinati al settore della salute pubblica.

– Iran: è in corso l’ultima fase dei negoziati sul nucleare iraniano a Vienna, a cui partecipano l’Iran, la Germania e i cinque membri permanenti del consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite (Cina, Francia, Regno Unito, Russia e Stati Uniti). Oggi dovrebbe partecipare ai colloqui anche Federica Mogherini, l’Alto rappresentante per la politica estera dell’Unione europea.

– Arabia Saudita: il principe miliardario Alwaleed bin Talal ha detto che donerà 29 miliardi di euro in beneficenza. Il principe è uno degli uomini più ricchi del mondo. Le sue donazioni verranno usate per promuovere il dialogo interculturale, i diritti delle donne e per fornire aiuti in caso di emergenze umanitarie e disastri naturali.

– Burundi: sei persone, tra cui un poliziotto, sono stati uccisi in uno scontro a fuoco nella capitale del Burundi, Bujumbura. Nel Paese si stanno ancora attendendo i risultati ufficiali delle elezioni legislative e locali tenutesi il 29 giugno. Negli ultimi due mesi in Burundi ci sono state violente proteste e scontri, in seguito alla decisione del presidente Pierre Nkurunziza di candidarsi per la terza volta consecutiva alle elezioni presidenziali.

– Corea del Sud: le autorità di Seul, capitale della Corea del Sud, hanno confermato un nuovo caso di contagio da Sindrome respiratoria mediorientale (Mers). Il totale delle vittime finora è di 33 persone.

The Post Internazionale (@thepostint)

Iscriviti alla newsletter: http://goo.gl/w2kb5E