Me

Cosa è successo oggi nel mondo

Le notizie senza giri di parole su The Post Internazionale

Immagine di copertina

Paesi Bassi: anche i bambini al di sotto dei 12 anni dovrebbero avere il diritto all’eutanasia quando non esistono possibilità di miglioramento di salute o il dolore è insopportabile, secondo l’associazione dei Pediatri olandesi. 

Italia: alcune decine di migranti sono riusciti a passare il confine dall’Italia alla Francia. Dallo scorso 13 giugno i migranti, respinti dalle forze di polizia francesi, si erano accampati sugli scogli del litorale di Ventimiglia, in Liguria.

– Grecia: secondo alcuni report, negli ultimi quattro giorni i risparmiatori greci avrebbero ritirato oltre tre miliardi di euro dai conti correnti, per paura del fallimento degli istituti bancari del Paese. La Banca centrale europea ha approvato ulteriori fondi di emergenza per le banche greche, senza confermare il loro ammontare.

– Stati UnitiDylann Roof, un ragazzo di 21 anni responsabile della strage di Charleston, nello stato americano del South Carolina, è stato incriminato con nove capi d’accusa per omicidio e uno per possesso di armi da fuoco. Il 18 giugno Roof ha ucciso nove persone, in una chiesa frequentata da afroamericani a Charleston. Secondo gli inquirenti si è trattato di un omicidio a sfondo razziale. 

– Brasile: due imprenditori brasiliani d’alto livello sono stati arrestati nell’ambito dell’inchiesta sulla corruzione dei vertici della compagnia petrolifera statale Petrobras. Entrambi gli uomini sono a capo di due diverse imprese edilizie, tra le più grandi in America latina.

– Yemen: sono falliti i negoziati di pace in corso a Ginevra, in Svizzera, tra il governo yemenita in esilio e i ribelli sciiti Houthi. Il ministro degli Esteri yemenita, Riad Yassin, ha accusato i rappresentanti degli Houthi di non aver voluto collaborare e ha dichiarato che la sua delegazione lascerà il tavolo delle negoziazioni. 

– Pakistan: il primo ministro pakistano, Nawaz Sharif, ha dichiarato che la pena di morte sarà temporaneamente sospesa durante il mese sacro del Ramadan, iniziato il 18 giugno. 

Le notizie senza giri di parole su The Post Internazionale (@thepostint) 

Iscriviti alla newsletter: http://goo.gl/w2kb5E