Me

Ricordando Giulio Natta

Il 2 maggio 1979 moriva a Bergamo il premio Nobel per la chimi Giulio Natta, uno degli inventori della plastica

Immagine di copertina

Il 2 maggio 1979 moriva a Bergamo l’ingegnere Giulio Natta.

Nato a Porto Maurizio – città che due decenni dopo si sarebbe unita a Oneglia per formare Imperia – nel 1903, si laureò a soli 21 anni in ingegneria chimica presso il Politecnico di Milano, nel 1925.

Proseguendo i suoi studi scientifici, Natta studiò le macromolecole e la struttura cristallina dei polimeri, e in questo modo riuscì, nel 1954, a produrre il polipropilene isotattico, una materia plastica che fu commercializzata con il nome di Moplen.

La scoperta di Natta, avvenuta contestualmente alla sintetizzazione del polietilene – il più comune polimero fra le materie plastiche – da parte di chimico tedesco Karl Ziegler, valse ai due scienziati il premio Nobel per la Chimica nel 1962.