Me

Chi ha vinto i premi Pulitzer del 2015

Dal giornalismo investigativo al miglior articolo, passando per le fotografie e le vignette satiriche. Ecco i vincitori del premio giornalistico più prestigioso al mondo

Immagine di copertina

Sono stati annunciati i vincitori dell’edizione 2015 del Premio Pulitzer, il riconoscimento giornalistico più prestigioso al mondo.

Il Pulitzer è da anni considerata la più alta onorificenza nel campo del giornalismo e della letteratura. Il premio prende il nome di Joseph Pulitzer, nato in Ungheria il 10 aprile del 1847. Il riconoscimento è stato istituito dallo stesso Pulitzer nel 1917.

Oggi i premi Pulitzer vengono assegnati e gestiti dalla Columbia University Graduate School of Journalism di New York, che Pulitzer fondò nel 1912.

Qui di seguito una lista dei premi Pulitzer del 2015

Premi Pulitzer per il giornalismo

Il Pulitzer per
la categoria 
servizio pubblico è
stato assegnato al 
The Post and Courier,
un quotidiano dello stato americano della South Carolina, per una serie di articoli intitolata
Till death do us part sulle violenze nei confronti di più di 300 donne in South Carolina negli ultimi dieci anni.

Per la categoria
breaking news, il premio è stato
conferito alla redazione del
Seattle
Times
, per l’eccellente copertura mediatica della frana nella contea di Snohomish, nello stato americano di Washington, che nel marzo del 2014 provocò 43 vittime, e per come il giornale seppe far luce sulla
possibilità che questo disastro si potesse evitare.

Tra le
inchieste, il Pulitzer è stato assegnato a Eric Lipton, un giornalista del New
York Times
, per aver svelato le attività dei lobbisti negli Stati Uniti che influenzano alcuni giudici per coprire le attività dei ricchi. L
a redazione del Wall Street Journal ha ottenuto il Pulitzer per gli articoli investigativi sulle assicurazioni sanitarie negli Stati Uniti.

Per la categoria
giornalismo informativo, il
giornalista Zachary R. Mider di Bloomberg News ha ottenuto il Pulitzer per aver spiegato come alcune
aziende statunitensi eludano le tasse.

Il premio per il miglior giornalismo locale è stato assegnato a tre giornalisti del Daily Breeze, un giornale di base a Torrance, a sudovest di Los Angeles, nello stato americano della California, grazie a un’inchiesta sulla corruzione in un distretto
scolastico della zona.

Carol D.Leonning, una giornalista del Washington Post, ha ottenuto il Pulitzer per la categoria giornalismo nazionale, per le sue inchieste sull’agenzia governativa incaricata della
sicurezza del presidente degli Stati Uniti e della sua famiglia.

A tutta la
redazione del
New York Times è stato assegnato il Pulitzer per la categoria
giornalismo internazionale, grazie alla copertura del quotidiano sulla diffusione del virus Ebola.

Il premio al
miglior articolo, considerandone l’originalità, la sinteticità e la qualità, è
andato a Diana Marcum, giornalista del Los Angeles Times, per i suoi scritti
sui problemi che la siccità nella Central Valley della California ha causato agli abitanti, offrendo una prospettiva empatica alla storia.

A Lisa Falkenberg,
giornalista dello Houston Chronicle, è stato assegnato il Pulitzer per la categoria opinione, per la
sua denuncia al sistema giudiziario statunitense e le condanne a persone
innocenti, tra gli altri problemi.

Nella categoria
dedicata alla critica, Mary McNamara, del Los Angeles Times, ha ottenuto il premio grazie ai suoi scritti ironici su come i cambiamenti culturali influenzino la
televisione.

L’editoriale che
ha ottenuto il Pulitzer è di una giornalista del Boston Globe, Kathleen Kinsbury, per il
ritratto che ha saputo fare sulla condizione  dei lavoratori sottopagati dei ristoranti di Boston.

Le vignette
satiriche
che hanno ottenuto il riconoscimento giornalistico sono di Adam Zyglis, un
giornalista del Buffalo News.

Il premio per la
categoria di fotografia breaking news è andato alla redazione del
St. Louis Post-Dispatch per le immagini delle proteste contro la polizia che si sono
verificate dopo la morte di Micheal Brown, ucciso a Ferguson, nello stato americano del Missouri, nell’agosto del 2014.

Per la categoria
fotografia, Daniel Berehulak, un giornalista freelance che ha collaborato per
il New York Times, ha ottenuto il Pulitzer grazie alla sua 
copertura del virus Ebola in Africa

Premi Pulitzer per letteratura, musica e teatro 

· All the light we cannot see di Anthony Doerr ha ottenuto il premio nella categoria narrativa

· Between riverside and crazy di Stephen Adly Guirgis é l’opera che ha avuto la meglio nella categoria teatro

· Encounters at the Heart of the World: A History of the Mandan People di Elizabeth A. Fenn ha ottenuto il premio nella categoria storia 

· Digest di Gregorio Pardlo ha ottenuto il premio nella categoria poesia

· The Pope and Mussolini: The Secret History of Pius XI and Rise of Fascism in Europe di David I. Kertzer ha ottenuto il riconoscimento nella categoria biografia e autobiografia

· The Sixth Extinction: An Unnatural History di Elizabeth Kolbert ha ottenuto il premio nella categoria saggistica

· Anthracite Fields di Julia Wolfe é l’opera che ha trionfato nella categoria musica