Me

I bambini soldato

Il 12 febbraio si celebra la Giornata Internazionale contro l'uso dei bambini soldato

Immagine di copertina

Il 12 febbraio si celebra la Giornata Internazionale contro l’uso dei bambini soldato.

Secondo le stime effettuate dall’Unicef, oggi ci sono più di 250mila bambini e adolescenti attivamente coinvolti nei conflitti armati in diverse aree del mondo.

Tra le mansioni che i bambini soldato devono svolgere non c’è soltanto il combattimento in prima linea negli scontri a fuoco, ma anche il trasporto di rifornimenti e attività di spionaggio.

Leggi anche: La storia del bambino siriano sottratto alla famiglia con un inganno e venduto all’Isis

Sono frequenti anche i casi in cui i minori vengono utilizzati come scudi umani durante i conflitti.

Circa il 40 per cento dei bambini soldato sarebbe di sesso femminile, molte delle quali ridotte in stato di schiavitù sessuale.

Leggi anche: Il mercato delle ragazze yazide vendute come schiave sessuali ai combattenti dell’Isis

Nella sola Repubblica Centrafricana l’Unicef stima che circa 6mila bambini siano coinvolti attivamente nel conflitto, così come in Sud Sudan e in Siria.

Secondo un rapporto di Human Rights Watch, il traffico di bambini soldato in Siria sarebbe aumentato notevolmente in seguito allo scoppio della guerra civile nel 2011.