Me

Le notizie di oggi

Quello che dovete sapere per questa giornata

Immagine di copertina

Stati Uniti: il 51 per cento degli americani giustifica l’utilizzo della tortura durante gli interrogatori. Solo il 29 per cento è contrario. I restanti non hanno un’opinione in materia. È quanto emerge da un rapporto del Senato.

Isis: in un nuovo video in cui è stata diffusa la notizia della decapitazione di un soldato siriano, gli jihadisti minacciano Obama. Alcune foto diffuse online dal gruppo documentano la decapitazione di altre 13 persone, combattenti di tribù sunnite irachene che si oppongono al Califfato.

– Danimarca: il Paese ha presentato una richiesta alle Nazioni Unite per la sovranità del Polo Nord, sostenendo che l’area è collegata alla piattaforma continentale della Groenlandia, un territorio autonomo danese. Canada e Russia hanno già rivendicato la loro sovranità nella zona circostante ricca di giacimenti. 

Stati Uniti: un ex marine ha sparato e ucciso sei persone, tra cui l’ex moglie, vicino a Filadelfia, poi si è dato alla fuga.

India: la Corte suprema ha respinto le istanze dei due marò italiani che chiedevano l’attenuazione delle condizioni di libertà provvisoria (Latorre chiedeva un’estensione di 4 mesi della sua permanenza in Italia, Girone di poter rientrare per 3 mesi).

Regno Unito: il segretario di stato americano John Kerry incontra oggi il mediatore palestinese Saeb Erakat e i rappresentanti della Lega Araba.

Ucraina: l’alto rappresentante della Politica estera dell’Unione europea, Federica Mogherini, oggi sarà in visita a Kiev.

Australia: identificati i due ostaggi uccisi nello scontro a fuoco nella caffetteria di Sydney. Uno era il manager della caffetteria, l’altra una cliente 38enne, madre di tre figli.

– Stati Uniti: Washington DC e il Congresso sono ai ferri corti sul provvedimento per la legalizzazione della marijuana.

Estonia: arrestato il giornalista ed ex europarlamentare Giulietto Chiesa a Tallin. La Farnesina ha chiesto il suo rilascio.

Turchia: il presidente turco Recep Tayyip Erdoğan reagisce contro l’ammonimento dell’Unione europea per l’arresto di 23 turchi dell’opposizione: “Pensi ai fatti suoi”.

Siria: l’Unione europea appoggia il piano delle Nazioni Unite per la tregua in Siria. I ministri degli esteri europei sono pronti a lavorare con Iran e Russia per la risoluzione del conflitto.

Russia: la NATO ha accusato il Paese di costituire un pericolo per l’aviazione civile nella regione del Mar Baltico.

Germania: in 10mila al corteo contro “l’islamizzazione dell’occidente” organizzato a Dresda.

Italia: Per gli obiettivi Parigi Clima 2015, l’ambasciata francese a Roma ha deciso di ridurre le sue emissioni lanciando il progetto “Ambasciata verde” presentato ieri a Palazzo Farnese.

 

Le notizie senza giri di parole su The Post Internazionale (@thepostint).

Iscriviti alla newsletter: http://goo.gl/w2kb5E