Me

Cosa è successo oggi nel mondo

Le notizie senza giri di parole su The Post Internazionale

Immagine di copertina

Stati Uniti: secondo l’ex vicepresidente Dick Cheney, l’ex presidente George W. Bush era perfettamente informato sui metodi usati dalla Cia negli interrogatori.

Roma: altre due persone sono state arrestate dai carabinieri nell’ambito dell’inchiesta mondo di mezzo, accusati di aver gestito i rapporti tra l’organizzazione criminale romana e la ‘ndrangheta.

Spagna: il 16 dicembre chiuderà Google News a causa di una nuova legge che impone al motore di ricerca di pagare i diritti d’autore per i contenuti veicolati.

Siria: l’emittente Al Jazeera ha comunicato la morte del suo corrispondente Mahran Al Deeri, di 31 anni. Secondo la famiglia sarebbe morto in uno scontro tra la sua auto e un veicolo dei ribelli.

Russia: la Polonia ha registrato un aumento dell’attività militare russa nella regione del Baltico.

Cisgiordania: discordanti i risultati dell’autopsia sul corpo del ministro palestinese Ziad Abou Ein, morto ieri in uno scontro con i soldati israeliani. Le cause potrebbero essere infarto, l’inalazione di gas lacrimogeni o i colpi subiti.

Afghanistan: morta una persona di nazionalità tedesca in un attentato al centro culturale francese di Kabul. Un altro attentato, sempre nella capitale, ha ucciso sei soldati afgani.

Mali: l’esercito francese ha ucciso Ahmed al Tilemsi, leader del gruppo jihadista Al Mourabitoun.

Yemen: in un video diffuso su internet, Al Qaeda ha dato a Barack Obama la responsabilità della morte di due ostaggi, uno americano e uno sudafricano, durante un operazione militare il 6 dicembre scorso.

India: costruirà 10 nuovi reattori nucleari in collaborazione con la Russia.

Costa d’Avorio: la Corte Penale Internazionale ha deciso che processerà Charles Blé Goudé, alleato dell’ex presidente del Paese Laurent Gbagbo, per crimini contro l’umanità.

Nigeria: doppio attentato a Jos, nel centro del Paese.

Banca Centrale Europea: ha annunciato l’erogazione di 129,8 miliardi di euro a 306 banche europee.

Hong Kong: la polizia ha iniziato lo sgombero dell’accampamento del movimento Occupy Central presso il quartiere di Admiralty.

Italia: l’ex direttore del giornale Avanti, Valter Lavitola, è stato condannato a tre anni di reclusione per tentata estorsione nei confronti dell’azienda Impregilo.

Nigeria: l’ex dittatore Muhammad Buhari si candiderà alle elezioni presidenziali 2015.

Italia: otto arresti per associazione a delinquere tra Matera e New York.

Le notizie senza giri di parole su The Post Internazionale (@thepostint).

Iscriviti alla newsletter: http://goo.gl/w2kb5E