Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

Me

Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

Cosa è successo oggi nel mondo

Le notizie senza giri di parole su The Post Internazionale

Immagine di copertina

Francia: proteste degli studenti a Parigi contro l’uccisione del 21enne Remi Fraisse, ucciso il 26 ottobre dalle forze dell’ordine durante una manifestazione ambientalista.

Stati Uniti: dal 2013 pattugliano con droni il confine con il Messico. Dal 2015 lo faranno anche al confine con il Canada.

Isis: ha diffuso una registrazione audio del califfo Abu Bakr Al-Baghdadi per smentire le indiscrezioni sulla sua presunta morte.

Italia: trasferiti i minori ospitati nel centro per rifugiati di Tor Sapienza dopo gli assalti degli ultimi giorni.

Putin: è stato nominato uomo dell’anno dalla rivista statunitense The Advocate.

Italia: un’altra vittima del maltempo. Si tratta di un uomo, trovato senza vita nei pressi di un mulino invaso dall’acqua in provincia di Cremona. A Milano esonda il Lambro, frana nella zona di Ivrea, Parma e Reggio Emilia in stato di allerta per la piena del Po.

Stati Uniti: secondo un rapporto dell’Fbi i reati sono in calo, ma sono in crescita quelli commessi dalle forze dell’ordine.

Nigeria: la Shell ha ammesso di aver dichiarato il falso riguardo due perdite di petrolio nei suoi impianti nigeriani avvenute a Bodo, nel sudest del Paese. La società aveva dichiarato che erano andati dispersi 1.640 barili di petrolio. Una perizia indipendente ha dimostrato che i barili di petrolio dispersi sono stati più di 100mila, ha rivelato Amnesty International.

Stati Uniti: i Repubblicani hanno scelto Mitch McConnell nuovo leader della maggioranza al Senato.

Egitto: un’esplosione nella metropolitana del Cairo, nella zona di Zaytoun, ha provocato quattro feriti. La bomba era stata lasciata su un portapacchi all’interno di un vagone.

Israele: bambino palestinese di 11 anni ferito da un proiettile sparato dalla polizia israeliana durante scontri tra forze dell’ordine e palestinesi.

Isis: fonti di Associated Press rivelano che ha stretto un’alleanza con le organizzazioni affiliate ad al-Qaeda per combattere i nemici comuni in Siria.

Siria: almeno 9 morti in un raid dell’esercito governativo. I ribelli rifiutano l’invito dell’ Onu che chiedeva di sospendere i combattimenti ad Aleppo. I miliziani sostengono che un cessate il fuoco favorirebbe il regime di Assad. I Paesi confinanti con la Siria stanno drasticamente riducendo i visti d’entrata per i rifugiati in fuga dal conflitto. Per Obama non sarebbe possibile sconfiggere l’Isis con Assad al potere in Siria.

Iraq: il governo del Kurdistan iracheno ha siglato un accordo con Baghdad che allenta le tensioni sull’esportazione di petrolio.

Libia: i jihadisti hanno diffuso il filmato della decapitazione di un militare dell’esercito, nello stile dell’Isis. Si tratta della terza decapitazione in pochi giorni.

Calcio: i Mondiali di calcio del 2018 e del 2022 si svolgeranno, rispettivamente, in Russia e Qatar. Lo ha confermato il comitato etico della Fifa, che ha assolto i due Paesi dalle accuse di corruzione per l’assegnazione. Tuttavia, il rapporto è stato messo in dubbio dallo stesso avvocato della Fifa.

Ebola: Medici senza frontiere avvierà in Guinea e Liberia la prima sperimentazione clinica di tre trattamenti contro il virus. La Liberia ha annunciato la fine dello stato di emergenza.

Medio Oriente: il segretario di Stato John Kerry ha incontrato il presidente palestinese Abu Mazen ad Amman, in Giordania, per discutere delle recenti tensioni tra Israele e Territori Palestinesi. Kerry incontrerà anche il presidente israeliano Nethanyau e il Re di Giordania.

Nigeria: l’esercito riconquista la città di Mubi, che era caduta nelle mani di Boko Haram.

Amazon: ha siglato un accordo con la casa editrice Hachette, chiudendo un contenzioso sui prezzi dei libri che durava da diversi mesi.

Le notizie senza giri di parole su The Post Internazionale (@thepostint).

Iscriviti alla newsletter: http://goo.gl/w2kb5E