Me

Cosa è successo oggi nel mondo

Le notizie senza giri di parole su The Post Internazionale

Immagine di copertina

Francia: proteste degli studenti a Parigi contro l’uccisione del 21enne Remi Fraisse, ucciso il 26 ottobre dalle forze dell’ordine durante una manifestazione ambientalista.

Stati Uniti: dal 2013 pattugliano con droni il confine con il Messico. Dal 2015 lo faranno anche al confine con il Canada.

Isis: ha diffuso una registrazione audio del califfo Abu Bakr Al-Baghdadi per smentire le indiscrezioni sulla sua presunta morte.

Italia: trasferiti i minori ospitati nel centro per rifugiati di Tor Sapienza dopo gli assalti degli ultimi giorni.

Putin: è stato nominato uomo dell’anno dalla rivista statunitense The Advocate.

Italia: un’altra vittima del maltempo. Si tratta di un uomo, trovato senza vita nei pressi di un mulino invaso dall’acqua in provincia di Cremona. A Milano esonda il Lambro, frana nella zona di Ivrea, Parma e Reggio Emilia in stato di allerta per la piena del Po.

Stati Uniti: secondo un rapporto dell’Fbi i reati sono in calo, ma sono in crescita quelli commessi dalle forze dell’ordine.

Nigeria: la Shell ha ammesso di aver dichiarato il falso riguardo due perdite di petrolio nei suoi impianti nigeriani avvenute a Bodo, nel sudest del Paese. La società aveva dichiarato che erano andati dispersi 1.640 barili di petrolio. Una perizia indipendente ha dimostrato che i barili di petrolio dispersi sono stati più di 100mila, ha rivelato Amnesty International.

Stati Uniti: i Repubblicani hanno scelto Mitch McConnell nuovo leader della maggioranza al Senato.

Egitto: un’esplosione nella metropolitana del Cairo, nella zona di Zaytoun, ha provocato quattro feriti. La bomba era stata lasciata su un portapacchi all’interno di un vagone.

Israele: bambino palestinese di 11 anni ferito da un proiettile sparato dalla polizia israeliana durante scontri tra forze dell’ordine e palestinesi.

Isis: fonti di Associated Press rivelano che ha stretto un’alleanza con le organizzazioni affiliate ad al-Qaeda per combattere i nemici comuni in Siria.

Siria: almeno 9 morti in un raid dell’esercito governativo. I ribelli rifiutano l’invito dell’ Onu che chiedeva di sospendere i combattimenti ad Aleppo. I miliziani sostengono che un cessate il fuoco favorirebbe il regime di Assad. I Paesi confinanti con la Siria stanno drasticamente riducendo i visti d’entrata per i rifugiati in fuga dal conflitto. Per Obama non sarebbe possibile sconfiggere l’Isis con Assad al potere in Siria.

Iraq: il governo del Kurdistan iracheno ha siglato un accordo con Baghdad che allenta le tensioni sull’esportazione di petrolio.

Libia: i jihadisti hanno diffuso il filmato della decapitazione di un militare dell’esercito, nello stile dell’Isis. Si tratta della terza decapitazione in pochi giorni.

Calcio: i Mondiali di calcio del 2018 e del 2022 si svolgeranno, rispettivamente, in Russia e Qatar. Lo ha confermato il comitato etico della Fifa, che ha assolto i due Paesi dalle accuse di corruzione per l’assegnazione. Tuttavia, il rapporto è stato messo in dubbio dallo stesso avvocato della Fifa.

Ebola: Medici senza frontiere avvierà in Guinea e Liberia la prima sperimentazione clinica di tre trattamenti contro il virus. La Liberia ha annunciato la fine dello stato di emergenza.

Medio Oriente: il segretario di Stato John Kerry ha incontrato il presidente palestinese Abu Mazen ad Amman, in Giordania, per discutere delle recenti tensioni tra Israele e Territori Palestinesi. Kerry incontrerà anche il presidente israeliano Nethanyau e il Re di Giordania.

Nigeria: l’esercito riconquista la città di Mubi, che era caduta nelle mani di Boko Haram.

Campagna regione lazio

Amazon: ha siglato un accordo con la casa editrice Hachette, chiudendo un contenzioso sui prezzi dei libri che durava da diversi mesi.

Le notizie senza giri di parole su The Post Internazionale (@thepostint).

Iscriviti alla newsletter: http://goo.gl/w2kb5E