Me
Cosa è successo oggi nel mondo
Condividi su:

Cosa è successo oggi nel mondo

Le notizie senza giri di parole su The Post Internazionale

12 Nov. 2014

Un milione di profughi in fuga da Siria e Iraq rischia di rimanere senza aiuti per l’inverno, dal momento che l’Onu non ha fondi sufficienti.

Francia: il 28 novembre l’assemblea nazionale voterà una mozione per chiedere al governo di riconoscere lo stato della Palestina.

Missione Rosetta: la sonda Philae si è agganciata alla cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko, ma gli arpioni non hanno funzionato in modo corretto.

Ucraina: la Nato segnala l’ingresso di convogli militari russi nell’est del Paese. Il ministro della Difesa di Mosca nega il fatto.

Italia: un gruppo di persone ha preso d’assalto il centro d’accoglienza per rifugiati di Tor Sapienza, a Roma, lanciando oggetti, petardi e bombe carta. 12 feriti tra assalitori e forze dell’ordine.

Ebola: finora sono stati 5.160 i morti a causa del virus e 14.098 le persone contagiate.

Siria: 10 raid statunitensi hanno colpito l’area della città di Kobane.

Iraq: l’esplosione di un’autobomba e di un kamikaze causa 11 morti e 23 feriti a Baghdad, nei pressi del quartier generale della polizia.

Israele: costruirà 300 nuovi alloggi a Gerusalemme Est.

Italia: il maltempo provoca un’altra vittima, stavolta nel Biellese. Una frana ha travolto e un uomo, un altro è ricoverato.

Italia: secondo l’Istat, nel 2013 i matrimoni sono diminuiti del 27 per cento rispetto al 2008.

Nigeria: una donna si è fatta esplodere di fronte all’università di Kontagora. Sembra che la kamikaze abbia mancato il suo vero obiettivo, la biblioteca dell’edificio.

Sierra Leone: 100 operatori sanitari di una clinica specializzata nella cura dell’Ebola hanno scioperato per non aver ricevuto il premio settimanale di 100 dollari promessogli dal governo.

Francia: a Calais saranno creati 500 nuovi alloggi per migranti.

Azerbaigian: ha abbattuto un elicottero armeno che aveva violato lo spazio aereo del Paese.

Stati Uniti: Amazon ha vinto l’asta per il dominio internet .book.

Azerbaigian: il ministro della Difesa ha annunciato che l’esercito ha abbattuto un elicottero militare armeno che aveva violato lo spazio aereo del paese.

India: sale a 13 il numero delle donne morte in seguito all’operazione di chiusura delle tube, promossa dal programma di sterilizzazione del governo. Altre 60 sono ricoverate e, tra queste, venti sono in condizioni critiche.

Italia: scontri tra studenti e polizia in seguito alla visita del presidente della Bce Mario Draghi all’Università di Roma Tre.

Iran: raggiunto un accordo, la Russia costruirà otto reattori nucleari nel Paese.

Libia: l’esplosione di un’autobomba ha provocato tre morte e una decina di feriti. È accaduto nell’est del Paese, a Tobruk.

Cisgiordania: in fiamme il primo piano di una moschea nei pressi di Ramallah, vicino alla colonia israeliana di Shilo.

Italia: gli operai delle acciaierie di Terni bloccano l’autostrada del Sole al casello di Orte per protestare contro i tagli al personale. Il blocco è stato rimosso nel tardo pomeriggio in seguito all’intervento della polizia.

Repubblica Centrafricana: rinviate a giugno-luglio le elezioni previste per il prossimo febbraio.

Youtube: ha lanciato il nuovo sito di musica in streaming a pagamento, chiamato YouTube Music Key.

Le notizie senza giri di parole su The Post Internazionale (@thepostint).

Iscriviti alla newsletter: http://goo.gl/w2kb5E 

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus