Me
Passeggiare da sola a Roma
Condividi su:

Passeggiare da sola a Roma

Dopo il Cairo e New York, anche a Roma una ragazza ha camminato da sola in città per mostrare gli approcci che riceve

04 Nov. 2014

Cosa significa per una ragazza camminare da sola a Roma? Non quello che succede a una ragazza che passeggia da sola al Cairo o a New York.

Seguendo lo stesso format dei due filmati precedenti nelle altre due città, una ragazza italiana ha registrato un video con una telecamera nascosta per mostrare quante persone cerchino di approcciarla, e in che modo.

“Mio ammorre…”. “Come stai?”. “Single in Rome?”. “Ciaobbella”. La situazione a Roma, rispetto all’Egitto e agli Stati Uniti, sembra ben diversa: gli approcci sono meno molesti, ma pur sempre presenti.

Il video è stato realizzato da una ragazza 26enne di Cantù che vive a Roma, Rachele Brancatisano, e lavora come autrice al programma radiofonico “Un giorno da pecora”. Il montaggio è di Andrea Vittorio Alberto Corbo.

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus