Me
Programma Summer Post 2014
Condividi su:

Programma Summer Post 2014

Un’occasione per incontrare giornalisti, fotografi, scrittori, artisti italiani e internazionali

23 Giu. 2014

La Summer Post 2014 Crowne Plaza Rome-St Peter’s di The Post Internazionale è un’occasione per incontrare giornalisti, fotografi, scrittori, artisti italiani e internazionali. Sono previsti incontri in videoconferenza con i professori della Columbia Graduate School of Journalism; workshop e proiezione di documentari.

Martedì 24 giugno

12:00 — 14:00 – Deborah Ball – Capo Corrispondente del The Wall Street Journal in Italia – “Cosa vuol dire fare il corrispondente estero in Italia”.

Mercoledì 25 giugno

14.00 — 15.00 – Alex Plough – Giornalista, Columbia Journalism School, vincitore degli Iraq War Logs per il Bureau of Investigative Journalism – “Giornalismo investigativo fondato sui dati”.

Lunedì 30 giugno

12:30 — 14:00 – Alessandra Galloni – Ex giornalista del The Wall Street Journal, oggi è direttrice di Thomson Reuters per il Sud Europa – “Dirigere un’agenzia di stampa ai tempi di Twitter”.

16:00 — 18:00 – Pippo Corigliano  – Consulente di Rai Vaticano, è stato per quarant’anni portavoce dell’Opus Dei in Italia – “La forza politica della fede religiosa”.

Martedì 1 luglio

12:00 – 14:00 – Valeria Merlini – Restauratrice e curatrice di mostre d’arte, racconta l’arte in Italia.

16:00 — 18:00 – Bill Emmott – Ex direttore di The Economist – “Con Renzi l’Italia può risvegliarsi dal coma?”

Mercoledì 2 luglio

12:00 —14:00 – Barbara Schiavulli – Reporter di guerra – “Come diventare una giornalista di guerra”.

16:00 – 18:00 – Silvia Costantini – Giornalista, ha lavorato per anni all’AGI – “Quale futuro per le agenzie di stampa in Italia?”.

Giovedì 3 luglio

12:00 – 13:30 – Benedetta Argentieri – Giornalista, ha lavorato per 8 anni al Corriere della Sera, ha studiato giornalismo alla Columbia Journalism School.

14:00 — 15:30 – Gigi Riva – Giornalista, capo della sezione esteri de l’Espresso – “Fare giornalismo internazionale in Italia”.

Venerdì 4 luglio

12:00 – 14:00 – Tobias Bayer & Giovanni Boggero – Rispettivamente corrispondente del Die Welt in Italia e opinionista esperto di Germania – “La Germania a rapporto”.

Lunedì 7 luglio

15:00 – Enrico Mentana – Direttore TG LA7 – “Il tele-giornalismo in Italia”.

17:00 – Alexander Stille – Professore alla Columbia Journalism School, scrive per The New Yorker – “Come si può fare giornalismo in Italia”.

Martedì 8 luglio

12:00 – 14:00 – Laura Canali – Cartografa e grafica di Limes – “La geopoetica e la geopolitica”.

16:00 – 18:00 – Eugenio Patanè – Presidente Commissione Cultura del Consiglio Regionale del Lazio.

Mercoledì 9 luglio

12:00 – 13:00 – Lucio Caracciolo – Direttore di Limes – “I grandi mutamenti geopolitici del prossimo decennio”.

14:00 – 15:00Edoardo Ferrario – Comico italiano.

16:00 — 17:00 – Claudio Velardi – Imprenditore, editore e politico italiano – “Comunicazione e politica in Italia”.

Giovedì 10 luglio

12:00 – 13:00 – Marta Ottaviani – Inviata de la Stampa in Turchia – “Erdogan e il futuro della Turchia tra Europa e Oriente”.

15:00 – 16:00 – Claudio Cerasa – Giornalista de Il Foglio – “Le catene della sinistra”.

17:00 – 18:00 – Lirio Abbate – Giornalista inviato speciale de l’Espresso, attento osservatore della mafia, è stato l’unico giornalista presente sul luogo al momento della cattura di Bernardo Provenzano – “Le mafie: Il lato oscuro degli affari internazionali”.

Venerdì 11 luglio

12:00 – 13:00 – Gad Lerner – Giornalista e scrittore – “Il giornalismo nel XXI secolo: tv, giornali o web?”.

Lunedì 14 luglio

12:00 – 13:00 – Daniele Mastrogiacomo – Inviato speciale di Repubblica.

14:00 – 15:00 – Giulia Paravicini – Giornalista, ha scritto per l’Espresso e Repubblica Inchieste, da agosto alla Columbia Journalism School – “Workshop: Come si fa una inchiesta”.

16:00 – 17:00 – Paolo Wulzer – Docente di Storia delle Relazioni Internazionali, Università di Napoli “L’Orientale” – “Tra speranze e fallimenti: la politica estera dell’Unione Europea”.

Martedi 15 luglio

12:00 – 14:00 – Tobia Zevi – Presidente dell’associazione di cultura ebraica Hans Jonas – “Il ruolo della comunità ebraica tra cultura, religione e società”.

16:00 – 18:00 – Tommaso Protti – Fotografo, ha lavorato per National Geographic, Le Monde, New York Times e Corriere della Sera – “Workshop: Come fare foto e reportage”.

Mercoledì 16 luglio

12:00 – 14:00 – Azzurra Meringolo – Giornalista, esperta e testimone della primavera araba – “L’Egitto e i ragazzi di piazza Tahrir”.

14:30 – 16:30 – Visione documentario “The Square – Inside the Revolution”.

17:00 – 18:00 – Giorgio Ferrari – Inviato speciale ed editorialista di Avvenire, autore di saggi storici e reportage di guerra – “Da inviato di guerra ad analista diplomatico, fine di un’onorata carriera e nascita di un nuovo soggetto sul campo”.

Giovedì 17 luglio

12:00 – 14:00 – Giovanna Loccatelli – È una giornalista freelance di base al Cairo. Scrive per diverse testate giornalistiche, tra cui l’Observer, il Guardian e Repubblica. Ha pubblicato un libro, “Twitter e le rivoluzioni” (Editori Riuniti, 2011), sul ruolo dei social network nella primavera araba. È in uscita un suo secondo libro, scritto in arabo, con una casa editrice egiziana, Al Arabi.

16:00 – 18:00 – Susan Dabbous – Giornalista italo-siriana, ha seguito da vicino gli eventi in Siria dal marzo 2011. Nell’aprile del 2013 è stata sequestrata e tenuta prigioniera con altri tre italiani, tutti rilasciati dopo 11 giorni – “Diario di prigionia: come vuoi morire?”.

Venerdì 18 luglio

10:00 – 12:00 – Francesca Paci – Giornalista, inviata per La Stampa – “Cronache di un corrispondente all’estero”.

12:00 – 14:00 – Marco Esposito – Giornalista, direttore di www.giornalettismo.com e blogger per l’Espresso – “Politica e giornalismo in Italia”.

Martedì 22 luglio

16:00 – 18:00 – Giovanna Pancheri – Corrispondente da Bruxelles per SkyTg 24 – “Workshop: Come si fa una diretta televisiva”.

Mercoledì 23 luglio

16:00 – 17:30 – Marianna Aprile –  Giornalista del settimanale Oggi – “Donne e potere, il Gossip applicato alla politica è informazione, non prurigine”.

Giovedì 24 luglio

12:00 – 14:00 – Riccardo Staglianò – Giornalista di Repubblica – “Ecco perché senza gli immigrati saremmo perduti”.

16:00 – 18:00 – Maria Caspani – Giornalista per Thomson Reuters, si occupa di crisi umanitarie e diritti delle donne – “Una giornalista italiana a New York”.

Venerdì 25 luglio

12:00 – 14:00 – Anna Momigliano – Giornalista, è caporedattrice di Rivista Studio, collabora con The Daily Beast e tiene la rubrica “Il Brucaliffo” su “La Lettura” del Corriere della Sera – “Workshop: Come si scrive un pezzo da proporre al direttore di un giornale”.

16:00 – 18:00 – Marco Pratellesi – Direttore dell’Espresso online – “Come si dirige il sito del primo settimanale in Italia”.

Lunedì 28 luglio

12:00 – 14:00 – Matteo Marchetti  – Autore e conduttore radiofonico, ha collaborato con diverse testate, tra cui Sette, L’Europeo, e l’Espresso, autore del libro “Le potenti intese” – “Buckingham Palace e il Quirinale hanno costi non paragonabili: ecco perché”. 

16:00 – 18:00 – Niccolò Locatelli – Web editor di Limes.

Martedì 29 luglio

12:00 – 14:00 – Valerio De Berardinis – Fotografo e scrittore – “Workshop: Come scattare fotografie di alto livello con uno smartphone”.

Mercoledì 30 luglio

12.00 – 14.00 – Gaetano Sabatini – Professore ordinario di Storia economica, Università degli Studi Roma Tre.

16.00 – 18.00 – Matteo Brogi & Leonardo Maltese – Grafici e Web Designer di Studio Polpo.

Giovedì 31 luglio

12:00 – 14:00 – Matteo Keffer – Regista.

16:00 – 18:00 – Francesco Saverio Bersani – Giovane medico, studioso di psichiatria e neuroscienze – “The global burden: l’impatto dei disturbi mentali sulla società”.

Venerdì 1 agosto

12:00 – 14:00 – Giacomo Leso – Giornalista, collaboratore de l’Espresso da Parigi – “Marine Le Pen: una minaccia per l’Europa?”.

16:00 – 18:00 – Mario Adinolfi – Giornalista, scrittore, ex parlamentare – “I diritti civili nei partiti di sinistra”.

Lunedì 4 agosto

12:00 – 14:00 – Giuseppe Antonacci – Dottorando in Fisica all’Imperial College di Londra. Ha lavorato come ricercatore presso Harvard Medical School. – “La Fisica applicata alla Medicina: nuove tecniche di spettroscopia”.

Martedì 5 agosto

16:00 – 18:00 – Alice Speri – Giornalista per Vice News, ha collaborato con Al Jazeera America, The New York Times e The Wall Street Journal – “Come si diventa un freelance di successo”.

Mercoledì 6 agosto

12:00 – 14:00 – Marina Calculli – Facoltà degli Studi Orientali della Oxford University, studiosa del mondo arabo – “Middle East diaries”.

Giovedì 7 agosto

12:00 – 14:00 – Raffaele Buscemi – Giornalista vaticanista, professore a contratto presso la Pontificia Università della Santa Croce – “Vaticano: la diplomazia più efficace del mondo”.

Venerdì 8 agosto

10:00 – 12:00 – Nicky Woolf – Giornalista, Columbia Journalism School, scrive per The Guardian e New Statesman – “Giornalismo britannico vs giornalismo statunitense”.

16:00 – 18:00 – Youme Araki – Giornalista, Columbia Journalism School – “Workshop: Come si racconta la politica americana a un audience straniero”.

Lunedì 18 agosto

16.00 – 18.00 – Pasquale Annichino – Research Fellow European University Institute e Director Global Forum Business, Faith and Religion Expo 2015.

Martedì 19 agosto

12:00 – 14:00 – Stefano Mentana, tra i fondatori di The Post Internazionale. 

16:00 -18:00 – Mehboob Jeelani – Giornalista, Columbia Journalism School, staff writer a Fortune Magazine – “Un reporter in Kashmir”.

Giovedì 21 agosto

16:00 – 18:00 – Antonella Napoli – Giornalista, presidente dell’Associazione “Italians for Darfur”, si occupa da anni di diritti umani.

Venerdì 22 agosto

10:00 – 12:00 – Giovanni De Mauro – Direttore di Internazionale.

Lunedì 25 agosto

10:00 – 12:00 – Roberto Colella – Giornalista e blogger per Il Fatto Quotidiano, Limes, QN, Rivista Militare, Informazioni della Difesa, Difesa online, Watching America, Lettera 43 e direttore di Embedded Agency.

Giovedì 28 agosto

16:00 – 18.00 – Eugenio Scalfari – Fondatore di Repubblica – “Un vero giornalista non stacca mai”.

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus