Me

237 motivi per fare sesso

Desiderio, gioco, noia. Si fa per ragioni diversissime. Ma alcune possono danneggiare la performance

Immagine di copertina

Fare i bambini, migliorare il feeling con il partner, semplice desiderio o addirittura noia. Se pensate che le motivazioni dietro un rapporto sessuale siano ristrette a questi esempi o qualcuno in più, be’, siete fuori strada. Dietro un semplice rapporto sessuale esiste un reticolo di emozioni nervose collegate a delle motivazioni alquanto improbabili, nella maggior parte dei casi.

Pare infatti che ci siano ben 237 ragioni dietro la decisione della gente di avere dei rapporti sessuali. Nel 2007, i ricercatori dell’università del Texas in collaborazione con quelli dell’università di Toronto hanno classificato le motivazioni in quattro categorie principali:

soddisfare il partner, soddisfare se stessi, sfuggire a qualcosa di negativo, ottenere qualcosa di positivo.

I ricercatori hanno potuto stilare queste categorie grazie agli esperimenti effettuati su 108 coppie eterosessuali conviventi, cui è stato chiesto di tenere un diario giornaliero dove scrivere i vari motivi per cui si è fatto sesso e l’influenza di altri avvenimenti, sensazioni o altro nell’atto. Le risposte hanno mostrato che la maggior parte dei partner ha fatto sesso con l’obiettivo di ottenere qualcosa di positivo, mentre la minoranza dei partner ha avuto un rapporto sessuale per sfuggire a qualcosa di negativo.

In particolare, la motivazione che spicca sulle altre è quella di fare sesso per non deludere il proprio partner. “E’ importante essere consapevoli delle motivazioni che ti spingono a fare sesso, ma non c’è bisogno di scrivere una lista dei pro e dei contro, – ha detto Amy Muise, ricercatrice che ha condotto lo studio – Ovviamente se preferisci fare sesso per sfuggire a qualcosa di negativo e non per ottenere qualcosa di positivo, sarà più difficile impegnarsi e applicarsi nell’atto sessuale”.

Così, si fa sesso per senso di colpa, a volte ci si sente obbligati o addirittura minacciati. Ovviamente è difficile cambiare il proprio desiderio, molto più semplice cambiare comportamento, ma secondo Muise “alcune coppie sono aiutate dal fatto di essere a conoscenza delle motivazioni e dell’impatto che esse hanno sui rapporti sessuali. Se ci si concentra sugli aspetti positivi del rapporto sessuale, probabilmente alla fine la motivazione originale per fare sesso potrebbe cambiare.”

Campagna regione lazio