Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 12:40
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Viaggi

A Milano arriva il primo ostello a capsula

Immagine di copertina

Nella primavera 2018 aprirà a Milano il primo ostello a capsula d’Italia. Finora gli unici presenti erano negli aeroporti di Milano Malpensa e Orio al Serio e Napoli Capodichino. Da aprile sarà invece possibile dormire all’interno di questi mini hotel anche in città.

Se ti piace questa notizia, segui TPI Pop direttamente su Facebook

Il nuovo ostello di Milano, Ostelzzz, si troverà a via Giorgio Jan, nei pressi della fermata metro Lima, a un passo da porta Venezia e avrà a disposizione 100 posti letto.

Le cabine sono molto tecnologiche, con luci a led, impianti di ventilazione, schermo touch e uno specifico social network dedicato ai clienti.

C’è un bagno ogni sei cabine e un’area comune per favorire la socializzazione tra gli ospiti.

Leggi anche: Gli ostelli più belli del mondo dove dormire almeno una volta nella vita

L’esperimento sarà presto riproposto in altre città italiane come Torino, Roma, Venezia e Firenze e poi altre europee come Barcellona e Berlino.

L’idea è nata in Giappone, dove i primi capsule hotel furono installati nel 1979. Furono creati per coloro che passavano la notte in aeroporto in attesa di un volo la mattina presto, per garantire loro un riposo confortevole seppure in uno spazio estremamente ridotto.

A Napoli, all’interno dell’aeroporto Capodichino, una realtà simile esiste da alcuni anni. Si chiama Bed&Boarding ed è disponibile 7 giorni su 7 e 24 ore su 24. La tariffa è di 8 euro l’ora. Per una notte intera il costo è di 25 euro.

All’interno della capsula ci sono un letto, un tavolino reclinabile, un bagno esterno privato con doccia, aria condizionata, pareti insonorizzate. Si hanno a disposizione il wi-fi, prese per ricaricare i dispositivi elettronici e una tv.

I capsule hotel degli aeroporti di Milano sono gestiti da Zzzsleepandgo, la stessa che ad aprile aprirà l’ostello al centro di Milano.

Come sarà l’ostello di Milano:

Alcune immagini del capsule hotel di Malpensa:

Ti potrebbe interessare
Shopping / Vantaggi e importanza di imparare l’inglese online
Turismo / Turismo, i trend delle case vacanze
Turismo / Viaggiare: la terapia perfetta per ogni malessere
Ti potrebbe interessare
Shopping / Vantaggi e importanza di imparare l’inglese online
Turismo / Turismo, i trend delle case vacanze
Turismo / Viaggiare: la terapia perfetta per ogni malessere
Viaggi / Vacanze nell’incantevole Valsugana
Viaggi / Quali sono i borghi italiani più ricercati sui motori di ricerca?
Viaggi / Promozione turistica intervista Massimo Vanzulli
Economia / Brexit e accordi commerciali con l’UE: cos’è davvero cambiato?
Economia / Con il Fondo Nazionale del Turismo, CDP investe fino a 2 miliardi di euro negli alberghi storici
Viaggi / Emirates: nuove offerte per gli studenti, con sconti in Economy e Business Class
Milano / Easy Jet: partnership con Emirates per i voli da Malpensa a Dubai