Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 17:58
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Tecnologia

WhatsApp, nuove condizioni dal 15 maggio: cosa fare per continuare a usarlo

Immagine di copertina
Credit: Debarchan Chatterjee/ZUMA Wire

WhatsApp, nuove condizioni dal 15 maggio: cosa fare per continuare a usarlo

Gli utenti di WhatsApp nelle prossime settimane non saranno più in grado di utilizzare pienamente l’applicazione di messaggistica più diffusa al mondo se non accetteranno gli aggiornamenti ai Termini di servizio che entreranno in vigore il prossimo sabato 15 maggio. In un aggiornamento delle FAQ (domande più frequenti) pubblicate sul proprio sito, WhatsApp ha specificato che nessun account sarà eliminato o perderà funzionalità nella data del 15 maggio, come invece affermato in precedenza.

Invece dopo diverse settimane, gli utenti che non accetteranno le modifiche inizieranno a ricevere notifiche sempre più frequenti. Da quel momento non potranno più accedere alla lista delle chat di conversazione e potranno rispondere ai messaggi solamente dalle notifiche mentre potranno continuare a ricevere telefonate e videochiamate. Dopo ancora qualche settimana, secondo WhatsApp, gli utenti non riceveranno neanche più chiamate o notifiche. WhatsApp afferma che generalmente elimina gli account inattivi dopo un periodo di quattro mesi (120 giorni).

La spiegazione di WhatsApp delle limitazioni per chi non accetterà le nuove condizioni. Credit: WhatsApp

A inizio anno l’annuncio dell’aggiornamento dei Termini di servizio e dell’informativa sulla privacy è stato accompagnato da forti polemiche in tutto il mondo, spingendo WhatsApp a rinviare di oltre tre mesi il termine per accettare le nuove condizioni. Le novità mirano ad ampliare gli scambi di dati tra WhatsApp e le altre applicazioni di Facebook, che possiede anche Instagram e Messenger, condividendo dati personali degli utenti come numeri di telefono, contatti, modello dello smartphone. Le differenze per gli utenti europei (e anche italiani) saranno però molto limitate, grazie al regolamento per la protezione dei dati personali (GDPR) che, secondo quanto ricordato da WhatsApp stessa, non consente la condivisione dei propri dati con Facebook.

LEGGI ANCHE: 1. WhatsApp, le nuove regole sulla privacy  / 2. Note audio troppo lunghe: la soluzione (geniale) di WhatsApp per i messaggi vocali / 3. Perché non ci parliamo più? La paralisi del linguaggio (e delle emozioni) ai tempi di WhatsApp (di Giulio Gambino) / 4. WhatsApp Pink, la nuova truffa nella versione rosa dell’app: ecco come funziona il virus
Il trucco per scoprire se qualcuno spia le vostre conversazioni 

Ti potrebbe interessare
Tecnologia / Libero Mail e Virgilio down: la posta elettronica non funziona, perché, motivo, cosa succede
Tecnologia / Dopo Amazon e Google anche Spotify annuncia tagli sul personale
Cultura / Perché scegliere un’università telematica? Ecco tutte le ragioni
Ti potrebbe interessare
Tecnologia / Libero Mail e Virgilio down: la posta elettronica non funziona, perché, motivo, cosa succede
Tecnologia / Dopo Amazon e Google anche Spotify annuncia tagli sul personale
Cultura / Perché scegliere un’università telematica? Ecco tutte le ragioni
Tecnologia / Twitter down: problemi di accesso per ore in tutto il mondo
Tecnologia / Cercasi ghostwriter per OnlyFans: così gli autori vengono reclutati sul web per chattare al posto delle star
Tecnologia / Poste down oggi 15 dicembre 2022: l’app e il sito PostePay e Bancoposta non funzionano
Tecnologia / Twitter, ecco il nuovo abbonamento. Gli utenti Apple pagheranno di più
Tecnologia / Un cloud europeo alternativo a quello delle Big Tech: intervista all’italiano che ci sta lavorando
Tecnologia / Soldo: la piattaforma smart per l’automazione dello spend management in azienda
Tecnologia / Instagram Business: strategie, approcci ed errori da evitare nel libro di Giò Fumagalli